Il palazzo della ragione (Poesia Contemporanea)

Credenti, bigotti e infervorati religiosi si astengano.
Perché Il palazzo della ragione, la raccolta poetica che Avella ha dato alla luce è quanto di più distante dal loro credo indefesso.
L’autore imposta il suo discorso su un’immanenza concreta e totalizzante: inutile sperare nei miracoli, in qualcosa che ci attenda alla fine del tunnel; inutile sperare in una salvezza o nella speranza di un Dio che ci tenda la mano e ci salvi.
La vita è un soffio dominato dall’incertezza e dalla ragione e noi, come ci viene ricordato nel componimento La memoria, non siamo altro che puntini su un foglio bianco, perso tra un universo di fogli.
Poesia diretta, senza fronzoli, che potrà irritare molti e suscitare reazioni in chi crede fervidamente.
La difesa della signora Ragione che, esprimendosi in libertà, prende a calci la sorella Fede.
 

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Francesco Avella

Una mente senza Dio

Una mente senza Dio di

Franco, psicologo e ateo convinto, si affeziona ad una ragazza giapponese che, a causa di un incidente stradale, entrerà in coma e in seguito morirà.Lo psicologo dovrà lottare per mantenere il controllo sulla realtà, lotta che inizierà a diventare dura quando l’amica defunta gli apparirà prima nei sogni e poi nella realtà, portandolo a rivalutare la sua posizione su Dio.Nel romanzo, la fabula è...

Perché non sono Vegano - Le ragioni di un libero pensatore (I coriandoli)

Perché non sono Vegano - Le ragioni di un libero pensatore (I coriandoli) di

Saggi - saggio (36 pagine) - Perché non si può essere liberi di scegliere come rapportarsi nei confronti del mondo animale? Perché bisognerebbe essere costretti a seguire delle regole imposte da qualcun altro? In questo libro troverete le ragioni di una persona qualunque, con i suoi limiti, i suoi pregi e tutta la forza di una chiara e autonoma libertà di pensiero Questo libro vuole...