Il fumo

La zolfara, miraggio di facile arricchimento, ha segnato la vita del mite Don Mattia. Il suo socio disonesto Dima Chiarenza, ora divenuto usuraio, gliela mandò in malora e, con essa, la moglie e il figlio; e adesso, dopo tanti anni, minaccia anche la sua amatissima terra. "Il Fumo" è la dolentissima storia della vendetta peggiore che si possa mettere in atto: tanto furente quanto priva di piacere. Una sorta di olocausto totale, dove il protagonista sacrifica ciò che di più caro gli resta al mondo, pur di non sopportare oltre i soprusi di un destino beffardo. Al grido «distruzione! Distruzione! Né io né lui! Brucino!», con la morte nel cuore e un «acuto rimorso» che lo tormenta, dà l’addio a quel suo paradiso che diventerà ben presto inferno. Essendo proprio lui a dannarlo. Dannandosi.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Pirandello Luigi

Il vitalizio

Il vitalizio di

Gioiello dell’ironia pirandelliana "Il vitalizio" ci regala una storia dalle tinte grottesche, una parodia raffinata delle velleità di meschini scommettitori, che una roulette capricciosa alla fine punisce. Perché «la morte sa essere buffona, se le gira» e si fa beffa di chi vorrebbe beffarla.Nel 2007 questo racconto ha offerto lo spunto ad Andrea Camilleri per una riduzione teatrale, rappresen...