Lilith per sempre

PREFAZIONE

"Lilith per sempre" è una storia vissuta dalla coautrice che ha preferito
usare la poesia per raccontare frammenti del suo rapporto lesbico con
Gea, la sua compagna.
Vivono insieme per alcuni anni, insieme fanno progetti per il futuro e sperano
di poter avere insieme un figlio.
Insomma, è una coppia come tante altre, in una società che solo adesso comincia
ad accettare la diversità di genere.
Il loro amore è totale, completo e totalmente libero.
Fra loro due c'è un accordo completo e la diversità dei loro caratteri lo rende perfetto.
Si dice che gli dei hanno spesso invidia di certe unioni che nemmeno loro riescono a realizzare.
Un dolore alle articolazioni che diventa fastidioso, che costringe Gea ad assentarsi spesso dal lavoro.
Lilith, così l'ha chiamata da sempre Gea, perché le ricorda la faccia nascosta della luna,
segue insieme alla sua compagna l'iter diagnostico di quei dolori che diventano sempre più invalidanti.
Alla fine il responso medico non lascia speranze: una forma di tumore al sistema linfatico
che si è fatto strada, approfittando delle giovane età di Gea e che nel breve volgere di una
estate consegna la giovane alle divinità degli inferi.
Qui finisce la storia di Gea ed inizia la Via Crucis di Lilith.
Ma Lilith non si rassegna e inizia "per sempre" un colloquio d'amore con l'ombra della sua
compagna, sorella e amante.
Questa è Lilith, a lei il merito di questi versi d'amore, a me la gioia di averla conosciuta,
aiutata e condiviso i suoi versi.

Franco Guglielmino

19 del mese di aprile 2018

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo