Il Cerchio Magico

Puglia insieme assoluta e simbolica, filo conduttore del transito della storia.
…gli scenari che la parola di Ferrante ricrea con stupefacente lucidità visionaria, appaiono sovrapponibili, intercambiabili in una natura offesa e nobilitata nel contempo, dove il sangue e la terra si fondono insieme a restituire frammenti di presenze oscure, di anime e corpi palpitanti emersi dall’abisso, dalla corsa impazzita della storia che si situa in un “ sempre “ ed “ ovunque “ vertiginoso e labirintico, che stordisce, ferisce, abbatte per poi far le viste di scomparire stemperato ora in un cielo plumbeo, ora nelle meraviglie di un tramonto rossastro che incendia l’aria. Tuttavia il mare non è un mare qualunque ma è l’Adriatico, porta della storia, sentiero aperto sull’oriente e passaggio segreto e tragico verso un medioevo universale.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Gianmaria Ferrante

Mediterranea (Trilogia della Pietra Vol. 2)

Mediterranea (Trilogia della Pietra Vol. 2) di

L’attenzione metrico-ritmica di Ferrante è perfettamente accordata all’aulicità dei temi trattati e delle attentissime… scelte lessicali di cui il poeta veste con sapienza l’andamento monofonico e di squisita musicalità

La Città Bianca (Trilogia della Pietra Vol. 1)

La Città Bianca (Trilogia della Pietra Vol. 1) di

In La Città Bianca “… Le dimensioni oniriche, fortemente pittoriche e cariche di allegorie pluricefale, avvolgono il lettore in un dedalo di immagini la cui crudezza è alimentata da un consapevole fonosimbolismo; omoteleuti e rimandi interni al significante, prevalentemente consonantici, dettano la misura angosciosa del sogno e la sua estrema componente visiva e immaginifica…”

Una Pallida Notte

Una Pallida Notte di

Una Pallida Notte rappresenta una tappa del percorso che l'autore vuole raccontare ai lettori: un'opera che raffigura la realtà attraverso le esperienze di vita. Gli scenari che fanno da sfondo alle poesie sono ben definiti, ma spesso a questi si alternano ambienti indefiniti, onirici.L'interno dell'autore è quello di percorrere questo viaggio attraverso luoghi che dalla città si spostano, incl...

I Cavalieri di Gröen

I Cavalieri di Gröen di

La terra di Gröen è il sogno etereo di un principe senza regno, l’invenzione aurea del cielo, un posto agognato sorretto dall’afflato divino che palpita nel cuore di ogni uomo e diffonde il richiamo sulle ali di un albatro immacolato.I segmenti legati di questo canto onirico, orfico e orrifico racchiudono i molteplici contrasti di uno snodo narrativo dalle forti tinte espressive.La poesia di Fe...

La Soglia

La Soglia di

Tutto, nella corposa lirica di Ferrante, è trasumanazione surreale ed onirica; nessun gesto, nessun movimento sembra poggiare su referenti razionali, bensì costantemente circuitati dal turbine epico ed eroico che li reinventa ad ogni passaggio, in una ferma e protesa negazione di qualsiasi indulgenza narrativa che vada oltre il frammento. Immagini orride di giostre come capestri da cui penzolan...

Notte a Teatro

Notte a Teatro di

Ferrante lascia piovere, nell’abbacinante pregio di quest’opera che cattura la pancia del lettore, un diluvio di immagini, personaggi, colori e suoni ovunque semantizzati, raccolti attorno alle valenze intrinseche della propria natura e alludenti con insistenza alla dimensione tragica, ancestrale, archetipica a cui fanno riferimento, o da cui provengono, con la naturalezza improvvisa della lor...