Helianthus

Di quei giorni di vita sospesa non ricordo nulla, ma ciò non significa che nulla sia accaduto.
Non sono cose che si possono raccontare a tutti, rischierei solo d’ispirare paura o pazzia.
Ma per chi ce la fa a starmi a sentire, c’è tanto da ascoltare e rallegrarsi.
Non ho idea di chi fosse, né di cosa si aspettasse da me, ma di quel viaggio confuso un sol chiaro pensiero resta, lui era Helianthus.
Per saperne di più cercami su Facebook.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli