Il demone in tasca

Quel dolore segreto era rimasto sepolto dentro Ilde per venticinque anni. Avrebbe potuto continuare a fingere di ignorarlo, se un incontro casuale non l'avesse riportata agli anni dell'adolescenza, tra gli alberi del parco dove aveva giocato, riso, flirtato, fino al giorno in cui la sua vita si era fermata. C'è qualcosa nel mondo degli alberi che non si perde mai, che conserva la memoria di ciò che è accaduto sotto le grandi chiome, anche quando non ce n'è più traccia tra gli esseri umani. Ilde sapeva che gli alberi non avevano dimenticato. Per questo andava da loro a cercare quei frammenti di vita che non riusciva a ricordare.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Il demone in tasca | Ornella PaniRecensioniLibri.org

Il processo di Kafka, Lo strano caso del Dr. Jekyll e di Mr. Hyde di Stevenson, Il ritratto di Dorian Gray di Wilde. Sono questi i romanzi che potrebbero legarsi a Il demone in tasca. Essi affrontano problematiche esistenziali comuni, all’insegna del ‘niente è come sembra’, dal momento che c’è sempre una realtà sottesa che non è dato conoscere, oppure che è dato conoscere, ma solo a caro prezzo. Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o accedi per rispondere.