Messia (Traviesa)

Le antologie di Traviesa sono curate da scrittori ispanofoni invitati a tracciare un itinerario intorno alle proprie ossessioni più amate. Ogni numero presenta quattro racconti accomunati da un tema e preceduti da un prologo dello stesso curatore. I racconti di questa raccolta offrono sguardi diversi sul nostro modo di rapportarci alla religione, alla fede e al soprannaturale.
I loro autori sono in prima fila nel rinnovamento in atto nella letteratura latinoamericana. Sabbia nera affronta il tema del fanatismo religioso partendo dall’incontro con un membro di una setta, Tatuato è una storia di mafiosi brasiliani che si raccomandano a Dio prima di liquidare i loro rivali, in La pietra e il flauto il Messia è un ex-hippy che vive nelle fogne e raccoglie dai topi le sue profezie, infine Come ho conosciuto i Sefraditi narra l’esperienza del soprannaturale dal punto di vista del prescelto, di colui che sente la chiamata.
I testi di questa raccolta confermano il momento eccezionale che vive il racconto in America Latina; sono anche una necessaria radiografia per render conto di questo fenomeno paradossale: un continente sempre più laico che è allo stesso tempo sempre più religioso .

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli