Arthur Rimbaud un poeta maledetto

"Poeta maledetto" per antonomasia, Arthur Rimbaud fece a pezzi tutte le convenzioni sociali e letterarie del tardo Ottocento. Anima sovversiva ed 'enfant prodige', attraversò come una meteora decadentismo, simbolismo e surrealismo contribuendo a produrne le espressioni più nobili e rivoluzionarie. Scrisse poesie dai 15 ai 19 anni anni, denigrò il perbenismo del suo paese natale, scappò di casa, sfidò le istituzioni, indignò e sconvolse gli ambienti letterari del tempo, sbeffeggiò la borghesia, attaccò la religione, sconfessò la morale, instaurò una relazione scandalosa col poeta Verlaine, ripudiò i canoni formali della poesia, partecipò (forse) alla Comune parigina, vagabondò per mezza Europa e teorizzò la funzione sociale del 'poeta veggente'. All'improvviso abbandonò la poesia e gli ideali di «cambiare la vita» rinnegandoli per sempre e s'imbarcò per l'Africa dove la dura vita da commerciante lo portò a una morte prematura. Nacque così la Leggenda. Sconosciuto ai più, noto soltanto a ristrette élite di intellettuali, la fama di Rimbaud prese ad ingigantirsi a dismisura in una marcia travolgente che arriva fino ai giorni nostri, nume tutelare di avanguardie, intellettuali e artisti ribelli. Agli albori del terzo millennio l'astro di Arthur Rimbaud continua ad avvampare imperioso, tuonando furiosamente, non scalfito dalla patina del tempo, monito e speranza per chi ancora è in cerca di una inimmaginabile alternativa.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Francesco Guadalupi

Light my fire. Versi poetici e dichiarazioni di guerra di Jim Morrison

Light my fire. Versi poetici e dichiarazioni di guerra di Jim Morrison di Francesco Guadalupi

Cantante, poeta maledetto, film-maker, sciamano del rock, Dioniso incarnato, angelo in pelle di serpente, martire di una generazione ribelle, Jim Morrison ha rappresentato la protesta contro i valori borghesi e l'America imperialista alla fine degli anni Sessanta. La sua parabola artistica è stata fuoco che minava le convenzioni sociali e le barriere mentali, la sua improvvisa morte ha fatto di...

Wake up! I numi tutelari di Jim Morrison

Wake up! I numi tutelari di Jim Morrison di Francesco Guadalupi

«Una scuola può essere veramente utile solo se è dotata di una buona biblioteca. Penso che la principale chiave per l'apprendimento sia innanzitutto la lettura.» È quanto dichiara Jim Morrison, artista "maledetto" e intellettuale eslege, a Howard Smith, giornalista del Village Voice di New York, nel corso di un'intervista concessa alla fine del 1969. Due anni più tardi il frontman della ...