Cronaca di un delitto annunciato (Omero)

Compra su Amazon

Cronaca di un delitto annunciato (Omero)
Autore
Adriana Pannitteri
Editore
L'Asino d'oro
Pubblicazione
06/04/2017
Valutazione
1
Categorie
Che cosa spinge un uomo a prendere carta e penna e a scrivere decine di lettere a una sconosciuta ripercorrendo i tormenti e i vuoti della propria esistenza? Perché ha scelto proprio lei? E che cosa vuole ottenere? Antonio è un carabiniere di origini siciliane e pensa che la sua vita sia destinata a procedere lungo binari rassicuranti: un buon lavoro, una bella moglie e un figlio adorabile. Maria Grazia è una giornalista di una importante tv nazionale in bilico tra cinismo e ingenuità. Incontrerà una ‘santa’ che dispensa miracoli, un pedofilo camorrista, un serial killer che ha tenuto in scacco mezza Italia e uno stalker inquietante, personaggi a tratti grotteschi in un mondo che le sembra banalmente cattivo e senza speranza. Le lettere di Antonio la costringeranno, suo malgrado, a confrontarsi con l’epilogo tragico di una vicenda che mai avrebbe immaginato di dover raccontare. L’interrogativo che pian piano, inesorabile, si fa strada nelle giornate di Maria Grazia è che cosa accada davvero nella mente di una persona che arriva ad annullare tutto ciò in cui ha creduto trasformandosi in quello che comunemente viene definito un ‘mostro’. E ancora, basta il pentimento? Chi poteva fare qualcosa perché non lo ha fatto? Qual è il confine tra la cattiveria e la pazzia quando persino gli affetti più cari perdono di significato? Cronaca di un delitto annunciato si spinge fino all’abisso, nelle contraddizioni e nelle fragilità degli esseri umani, senza retorica e con il ritmo narrativo di un giallo. Liberamente ispirato a una storia vera.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Mangialibri

Cronaca di un delitto annunciatoMangialibri

“Gentile Dottoressa”: è così che iniziano le lettere di Antonio. Ma perché scrive proprio a lei? Certo, Maria Grazia conduce un programma tv, è un volto noto ma può darsi che questo sia sufficiente a spiegare tante confidenze? Di lettere ne ha ricevute e ne riceve tante, c’è un po’ di tutto e col tempo ha adottato la strategia di non aprirle: troppe miserie, infamie, anche Continua…

Registrati o Accedi per commentare.