BLOCK 46

Falkenberg, in Svezia. La sovrintendente Bergström ritrova il corpo nudo e congelato di una donna sulla spiaggia di Olofsbo. Nel frattempo, a Londra, una nota profiler, la taciturna Emily Roy, indaga su una serie di omicidi di bambini i cui corpi sono stati selvaggiamente mutilati e che presentano le stesse ferite della vittima svedese: la gola squarciata, gli occhi rimossi e una misteriosa Y incisa sul braccio. Ma è strano per un serial killer cambiare sia preda che terreno di caccia. È quindi uno solo o ci sono più psicopatici al lavoro? Un thriller mozzafiato, una corsa contro il tempo che porterà queste due donne fino alle atrocità commesse a Buchenwald nel 1944.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Mangialibri

Block 46Mangialibri

Novembre 2013. Un uomo prende il badile, raccoglie un po’ di terra e la getta nel buco. Copre le gambe, il ventre, le dita fredde e levigate come sassolini, poi ricopre il viso, la testa, i capelli, fino a riempire le cavità oculari. Cosparge la tomba di foglie secche. Pulisce la pala, si toglie i guanti sporchi e li ripone insieme alla torcia nello zaino… Germania, 1944. Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.