Storie del sole e della luna (Jogging)

"Storie del sole e della luna" ci porta a esplorare mondi nei quali l’autore è abile nell’avventurarsi districandosi fra temi variabili, ma che hanno come filo conduttore le passioni delle persone che vivono grazie alla sua penna. Penna che, con incredibile destrezza, la nostra guida usa in maniera elegante facendo sfoggio di uno stile pulito e puntuale.In questo viaggio, rimaniamo affascinati dalle infinite possibilità che lo sviluppo di un’idea può prendere, pur avendo la propria esperienza di lettore e la propria moralità come bussola per orientarsi e per giudicare i personaggi. I protagonisti non sono infatti mai perfetti, ma rispecchiano lo spettro delle complessità e delle fragilità dell’uomo. Un pezzetto qua, un pezzetto là, veniamo travolti da amori repentini, gelosie psicotiche, intrighi in cui si arriva a sbranare, come animali spaventati, anche i propri cari.Vi sono tutti gli elementi: l’effimera speranza di aver creato il focolare perfetto, l’orrore di un crimine inutile e inspiegato, un amore filiale che viene soffocato dalla paura di rimanere soli.Se vi sembrerà di perdervi nei labirinti delle relazioni che queste storie tracciano, fermatevi e trattenete il fiato prima di espirare. Perché le passioni non si possono mettere su carta con facilità. Così come non si possono leggere a cuor leggero. Sono come i sogni, che si avvicinano alla verità non per concetti ma per assonanze universali. Così questi racconti vanno letti come se fossero un viaggio onirico, come quando dormendo ci appare qualcosa di assoluta, lampante evidenza, ma poi da svegli ci sfugge fra le dita, sebbene ci rimanga l’impressione di esserci avvicinati alla realtà finale.

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Maurizio Supino

Il viandante e l'aurora (Per altri versi)

Il viandante e l'aurora (Per altri versi) di

I poeti esprimono direttamente le loro tante pene, le loro poche gioie e le loro infinite riflessioni; quasi sempre. Non così accade in queste poesie. Qui il poeta si nasconde, non ne ascolti mai la voce. Ascolti invece la voce dei suoi personaggi che parlano, loro sì, in prima persona. E sono voci molto diverse tra loro. Si fanno strani incontri, in questi versi: viandanti, barboni, cocotte,...