Ricordi di Parigi

Pubblicato nel 1879, Ricordi di Parigi è il resoconto del viaggio intrapreso da De Amicis nella capitale francese durante l’Esposizione Universale del 1878. Un racconto affascinante e immersivo, uno smarrimento pieno di meraviglia nel cuore della Parigi dei boulevards, dei cafè, dei restaurants e dell’atmosfera sfavillante di quel periodo, una descrizione attenta e piena di curiosità dell’Esposizione. Soprattutto, però, lo scrittore narra l’emozione suscitatagli dagli incontri con due grandi romanzieri del periodo: Victor Hugo e Emile Zola. Una città amata, ammirata e temuta allo stesso tempo, di cui “si può dire quello che si vuole: essa non ci bada più” e che “vi offre mille scampi ai suoi pericoli e mille rimedi alle sue febbri”.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di De Amicis Edmondo

Spagna

Spagna di De Amicis Edmondo Ledizioni

Pubblicato a puntate su “La Nazione”, Spagna è un reportage di viaggio, che ebbe un enorme successo all’epoca, tanto da vantare traduzioni in inglese, francese e spagnolo. Riporta capitoli su Barcellona, Saragozza, Burgos, Valladolid, Madrid, Toledo, Cordoba, Siviglia, Cadice, Malaga, Valencia. Il volume è ricco di diverse scene e scenette – una specie di “cartoline illustrate” – che rendono la...

Cinematografo cerebrale

Cinematografo cerebrale di De Amicis Edmondo Ledizioni

Apparsi sull’Illustrazione Italiana tra il 1906 e la fine del 1907, i 4 bozzetti umoristici-letterari qui riuniti – Cinematografo cerebrale, Complimenti e convenevoli, La faccia, fra due mosche – gettano una luce sorprendente sull’opera di Edmondo De Amicis (1846-1908), per troppo tempo identificata con il popolare Cuore.

Olanda

Olanda di De Amicis Edmondo Ledizioni

«In Olanda le terre sorgono, spariscono e riappaiono, a somiglianza dei regni delle novelle arabe, al tocco delle verghe dei maghi». Così De Amicis descrive i Paesi Bassi in un volume ricco di diverse scene e scenette – una specie di “cartoline illustrate” – che rendono la lettura scorrevole e piacevole, anche a quasi 150 anni di distanza, rivelandoci luoghi che si possono ancora oggi visitare ...