Tropico del Cancro

“Non ho soldi, né risorse, né speranze. Sono l’uomo più felice del mondo”

Nell’incantata, effervescente Parigi degli anni trenta, precisamente nel 1934, viene pubblicato da un piccolo editore un libro intitolato Tropico del Cancro: sarà la miccia di uno scandalo morale e di un’insurrezione letteraria che attraverserà tutto il secolo. Negli ambienti più conservatori si parla di pornografia, nei caffè avanguardisti si inneggia alla rivoluzione: la verità è che Tropico del Cancro è uno dei grandi capolavori della letteratura novecentesca, un romanzo autobiografico insostituibile per la forza e la fluidità del suo linguaggio, la potenza del suo immaginario, la vivida resa degli ambienti e dei caratteri. È lo stesso Miller a parlarci di sé in prima persona, a raccontarci dei suoi amici, dei miseri eppure vibranti quartieri che attraversano e vivono. Di ubriachezza in ubriachezza, di donna in donna, di rissa in rissa, di illuminazione in illuminazione. Con una scrittura travolgente e fluviale, che trasfigura ogni evento delle piccole, eccezionali vite che sono le vite di tutti noi, facendole diventare un’epica nuova, l’epica dell’essere umani, un’epica che cantiamo tutti ritrovando in noi la sete di libertà di questo straordinario scrittore.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non dall’intendere ma dall’essere intesiIl Consigliere Letterario

L’illusoria eccentricità dell’ambiente nel quale si muovono Miller e i suoi amici è l’abile trucco di un prestigiatore; perché quel che pare distante dalla vita di tutti, ciò che con troppa ingenuità si giudica unico non è che la contingenza immediata di una situazione, la singolarità di un caso, che può accadere come non accadere, ma dalla quale, come da qualsiasi altro stato di cose, sempre emergono i medesimi pensieri; e pensieri di morte e distruzione, pensieri perversi eppure inconfutabili di disfacimento, di irrimediabile disfatta sono quelli che Miller affastella instancabile. Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per rispondere.

Altri libri di Henry Miller

Ricordati di ricordare

Ricordati di ricordare di

Questo volume raccoglie due saggi scritti a cavallo della seconda guerra mondiale da uno dei più anticonformisti scrittori del secolo scorso. Il primo, «Assassinate l’assassino», è una lunga lettera indirizzata all’amico Alfred Perlès. In questa riflessione sul secondo conflitto mondiale Henry Miller, costretto a rientrare in America a causa della guerra, dichiara la sua strenua opposizione all...

Nexus (Universale economica)

Nexus (Universale economica) di

Nexus è il terzo volume del ciclo La crocifissione rosea, scritto tra il 1949 e il 1960, una trilogia cruciale per l’autore del Tropico del cancro. I tre libri, inizialmente banditi dalle autorità americane, rappresentano il percorso della cosiddetta “illuminazione spirituale” di Miller attraverso l’arte e il sesso, fino alla sua piena consapevolezza di scrittore. In particolare, Nexus contiene...