La valle della Caffarella nei secoli: Storia di un paesaggio archeologico della campagna Romana

La valle della Caffarella è una località particolare del Parco archeologico dell'Appia Antica a Roma e da decenni ci si batte perché diventi pubblica e fruibile a tutti. Perché è così importante a livello collettivo? Qual è il suo valore? Il volume intende rispondere indagando il processo culturale tramite il quale si è formata la memoria collettiva della Caffarella, attraverso lo studio dei diversi significati che i monumenti antichi e il paesaggio della valle – da tali elementi fortemente caratterizzato –hanno rivestito nei secoli. Si può dare valore solo a ciò che si conosce: le storie della Caffarella vengono così ripercorse dall'antichità, facendo rivivere tutti i paesaggi che l'uomo ha creato nel tempo tramite il racconto delle diverse pratiche con cui questa località è stata vissuta e delle varie modalità con cui l'archeologia della valle è stata percepita.

RACHELE DUBBINI è ricercatrice in Archeologia Classica presso l'Università degli Studi di Ferrara. Ha pubblicato numerosi saggi sull'archeologia del mondo greco e romano e sulla storia dell'archeologia italiana. È autrice dei volumi monografici Dei nello spazio degli uomini. I culti dell'agora e la costruzione di Corinto arcaica (L'Erma di Bretschneider 2011) e Il paesaggio della via Appia ai confini dell'Urbs. La valle dell'Almone in età antica (Edipuglia 2015).

Parole chiave: Appia Antica, Archeologia classica, Archeologia del paesaggio, Archeologia romana, Beni archeologici, Eredità culturale, Fiume Almone, Ninfeo di Egeria, Paesaggio archeologico, Parco archeologico, S. Urbano alla Caffarella, Suburbio di Roma, Tempio del dio Redicolo, Valle della Caffarella, Valore culturale.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli