Mi porti in questo albergo

Non disturba mai il lupo quanto la pecora può essere" - Virgil

Risolutamente camminando sull'aeroporto, Caroline ha parlato per telefono. Doveva affrettarsi a essere in tempo su volo. Certamente, ha passato parecchie ore, provando a fare il vestirsi di capelli e un trucco irresistibile. Tutto doveva essere ideale.

- Bonnie, è soltanto il mio soccorritore! - Caroline cinguettata, tenendo il telefono una spalla. - È veramente enorme!

- No, è semplicemente uno dei privilegi di lavoro in aviolinea, - Bonnie ha risposto. - Certamente, ho avuto bisogno di poco tempo e sforzi di trovare il volo adatto per Lei, ma ho martellato uno sconto!

- Seriamente, Bonnie. Soltanto non rappresenta per quanto sono grato a Lei per esso! Passato otto mesi da quel momento come me la volta scorsa vide Tyler. Senza il Suo aiuto mi sono potuto permettere mai questo viaggio.

- Senza problemi, sto contento di aiutarLa. Non posso credere che già là passasse otto mesi!

- E io sullo stesso! Aveva bisogno di vegetare in Sudafrica un anno prima che è capace di ritornare. Programma dannato! Non posso soltanto aspettare già. Voglio vedere l'espressione della sua faccia quando appaio nella sua soglia...

- Tyler non sa che gli va?

- Voglio fare a esso una sorpresa, - Caroline ha ammesso. - So il programma il suo studio, e tuttavia ho un indirizzo del suo appartamento. Soltanto voglio sembrare improvvisamente godere il suo shock e sorpresa.

- E poi vorrà godere non solo a questi, - Bonnie ha fatto un gran sorriso.

- Christ santo e, - Caroline ha ridacchiato. - Non ebbi sesso troppo a lungo.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli