Quella volta che sono morta: Romanzo breve

"Non sottovalutate mai i gatti. E neppure i chitarristi. I primi perché è vero, hanno proprio sette vite, non è solo un modo di dire. I secondi perché, a volte, possono essere un'ancora di salvezza. E non sappiamo mai quando questo connubio può tornarci utile. Magari durante un viaggio. Magari mentre siamo morti. Per 12 minuti."

Così comincia questo viaggio surreale della protagonista (di cui non sapremo il nome) alla ricerca di quei 12 minuti che ha perduto, minuti importanti di cui non ricorda nulla ma che sono necessari a completare il puzzle della sua vita.
Con l'aiuto di una psicoterapeuta scaverà a fondo dentro sé stessa, nei suoi ricordi, tra le sue fobie e manie, le compulsioni, le scelte fatte, fino ad arrivare a quel fatidico giorno. Quello in cui è morta per 12 minuti. Cosa è successo? Perché è successo. Riuscirà con l'ipnosi a raggiungersi e risolvere l'arcano? Un gatto e un chitarrista saranno le sue guide, come Virgilio e Beatrice, attraverso il suo personale inferno.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo