Malagigi (Trekking)

Carlo Magno. Paladini. Roncisvalle. Nomi che riportano alla mente epici
scenari, innamoramenti e fonti magiche, le valorose gesta degli antichi
cavalieri di Ludovico Ariosto e Torquato Tasso. Ed è qui che giace,
quasi nascosta tra le maglie della trama delle più famose imprese dei
paladini francesi, una storia intrisa di magia, che scalpita per essere
raccontata e condivisa. Una storia che porta alla ribalta un personaggio
controverso, tale Malagigi, potentissimo stregone cresciuto ed educato
dallo stesso Merlino, ago della bilancia nella lotta tra bene e male,
tra indomiti cavalieri cristiani e temibili guerrieri turchi, tra
creature angeliche e ripugnanti rigetti degli Inferi.
Nella prima parte del romanzo ci ritroveremo a seguire le disavventure del
piccolo ma intraprendente Richair, incaricato della missione più
pericolosa di tutte: richiamare il temibile (nonché incontenibile e
temuto) Malagigi, dalla sua prigione incantata affinché, grazie alle sue
arti stregonesche (un pasticciaccio brutto di magia nera e bianca… più
nera che bianca, a dirla tutta!), aiuti i Paladini di Carlo Magno, ormai
debilitati e privi di qualsivoglia motivazione, nella lotta contro i
turchi. La seconda parte scenderà sempre più in profondità nell’animo e
nella vita del franco negromante, esplorando la travagliata giovinezza
dello stregone, la sua affannata sete di vendetta e il suo
insostituibile rapporto con il cugino Astolfo, che condividerà una parte
imprescindibile del suo destino.

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli