Una giornata con Dufenne

Pubblicato nel 1968, Una giornata con Dufenne descrive con toni introspettivi e autobiografici l'incontro tra alcuni ex compagni di collegio nell'antico edificio scolastico. Ad accompagnare il protagonista-narratore, medico in un ospedale psichiatrico, l'amico di un tempo, Gastone Dufenne, avvocato socialista dal carattere passionale e sanguigno, indipendente e libertario, con il quale lo psichiatra ritrova dopo quarant'anni un'intatta sintonia. L'evento apparentemente leggero e lieto diventa, sotto la penna indagatrice di Tobino, lo spunto per una narrazione capace di scandagliare in profondità i singoli personaggi: il medico delle terme, imprigionato nella propria piccineria, il deputato di provincia, il pomposo barone universitario, il farmacista chiacchierone, ciascuno rappresentante di un'Italietta meschina e dalla corta memoria, sempre pronta a scegliere la via più facile e a distogliere lo sguardo dalla verità, morale prima ancora che storica. Di contro a questo mondo di piccolezze e inerzia si erge la figura di Mario Pasi, l'amico partigiano torturato e ucciso dai tedeschi, rimpianto e venerato da Tobino, un eroe contemporaneo protagonista, con la sua assenza, di questo romanzo dalla rara intensità di pensiero e sentimento.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione

Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Mario Tobino

Per le antiche scale: Una storia

Per le antiche scale: Una storia di Mario Tobino MONDADORI

Su una collina, in un castello trasformato in un istituto psichiatrico, i malati sono curati dal dottor Anselmo come persone che hanno smarrito, spesso solo temporaneamente, la luce dell'intelligenza, ma non quella dei sentimenti, che rimangono intatti e riaffiorano non appena il delirio cessa di suscitare le proprie immagini irreali, potenti e devastatrici. Mario Tobino con Per le antiche ...

Il deserto della Libia

Il deserto della Libia di Mario Tobino MONDADORI

Paesaggi, incontri, avventure, uomini, miraggi, con il deserto per protagonista: in una prosa affine alla lingua della poesia, Tobino rielabora nel Deserto della Libia la propria esperienza di sottufficiale medico in Africa durante la Seconda guerra mondiale, tra il 1940 e il 1941. Ma il libro non è solo testimonianza di un preciso momento storico: è anche vibrata denuncia della collera di ...