L'isola dei cacciatori d'uccelli (Einaudi. Stile libero big)

Compra su Amazon

L'isola dei cacciatori d'uccelli (Einaudi. Stile libero big)
Autore
Peter May
Editore
EINAUDI
Pubblicazione
29 maggio 2012
Categorie
In un'isola spazzata dal vento, dura e inospitale come le rocce nere che la intrappolano, un omicidio sembra affondare le sue radici in rivalità e odi antichi. L'ispettore Fin Macleod è scappato da ragazzo dall'isola e dai suoi sanguinari, antichissimi rituali. Ora è costretto a tornare, e a fare i conti con il suo passato.

L'ispettore Fin Macleod ha appena perso un figlio e il suo matrimonio sta andando letteralmente alla deriva. Quando, per indagare su un omicidio, viene spedito sulla sua isola natia, poco piú di uno scoglio al largo delle coste scozzesi, Macleod è costretto ad accettare. Il caso è la sua ultima chance per rimettersi in gioco e uscire dal totale isolamento in cui si è autorelegato. Anche se questo significa riprecipitare nel proprio passato, negli echi di una violenza aspra e senza redenzione che ogni anno trova sfogo nel massacro sistematico delle sule, uccelli che sull'isola vengono a nidificare. E a morire.

***

«Una scrittura incredibilmente efficace, e un'atmosfera claustrofobica e vischiosa».

«The Times»

***

«Un romanzo che scandaglia perfettamente i recessi oscuri dell'animo umano. Un mistery eccezionale, di quelli che tengono incollati alle pagine».

«Irish Independent»

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Vite spezzate su un’isola selvaggiaIl Consigliere Letterario

L’isola dei cacciatori di uccelli non è un semplice giallo. Il delitto e la sua soluzione sono un pretesto narrativo (peraltro ottimamente svolto) per raccontare l’odissea di uomini perduti, il destino oscuro di un microcosmo prigioniero di se stesso, che perpetua la propria esistenza in vita attraverso l’obbedienza silenziosa e supina a rituali antichissimi e sanguinari, come quello del massacro delle sule (raccontato con accenti di lacerante splendore), uccelli che a migliaia, ogni anno, nidificano su uno scoglio poco lontano dall’isola e che un manipolo di cacciatori stermina sistematicamente, forse in ricordo di un tempo nel quale gli uomini erano costretti a farlo per fame, forse perché, oggi, è questo, e soltanto questo, a dare un’ombra di senso ai loro giorni. Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per rispondere.

Altri libri di Peter May

L'uomo degli scacchi (Einaudi. Stile libero big)

L'uomo degli scacchi (Einaudi. Stile libero big) di

Tutto è estremo nel lembo di terra piú a ovestd'Europa, l'isola di Lewis. Anche le suggestionie grandi misteri. Come quel piccolo aereoriemerso dalle acque di un lago a diciassette annidalla scomparsa. Ancora con il suo pilota a bordo.Un'altra strana vicenda per l'ex poliziottoscozzese Fin Macleod.Dopo aver abbandonato la polizia e aver deciso di stabilirsidefinitivamente sulla piú settentriona...

L'uomo di Lewis (Einaudi. Stile libero big)

L'uomo di Lewis (Einaudi. Stile libero big) di

Sull'isola di Lewis viene rinvenuto il cadavere di un ragazzo miracolosamente conservatosi nel tempo. Il corpo, sul quale sono ancora visibili profonde ferite da taglio, inizialmente si ritiene sia rimasto sepolto per secoli. Ma nel corso delle analisi, sul braccio destro emerge un tatuaggio: Elvis. Dunque il ragazzo deve essere rimasto nella torba per una cinquantina d'anni al massimo. Sull'is...