Bianco

La storia di una ragazza che si sveglia nel buio e senza memoria per andare incontro a un presente d’incubo. Sarà una lotta contro le sue paure, nella ricerca della libertà per sé stessa e per altre persone. Alla ricerca di un colore: l’azzurro di un paio d’occhi. Ambientato in un mondo distopico, Bianco è l’opera prima di una scrittrice giovanissima, Gaia Carazzato.

«Riesco a sentire la foga degli scrittori, riesco a sentire il rumore delle penne sulla carta ruvida, lo scorrere dell’inchiostro sulle pagine bianche per riempirle di pensieri, emozioni e vita. Riesco a percepire le anime immortali degli scrittori, fuochi rubati dai libri, anime imprigionate nell’inchiostro, cuori rapiti dalle pagine bianche. Riesco a sentire la frustrazione nel non riuscire a descrivere alla perfezione un colore o uno stato d’animo, la rabbia del non trovare le parole, l’odio del vuoto. La paura del restare senza parole, senza niente da dire; la paura di essere dimenticati, di passare inosservati dal mondo. Ombre invisibili di scrittori che lottano contro l’oblio. Riesco a sentire la mente perdersi tra miliardi d’idee e di pazzie, di follie e paranoie insensate che si rincorrono nella mente dello scrittore; idee insane prendere forma sulla carta per essere liberate e poter volare, che inseguono la razionalità dell’essere. Anime sicure, forti, che sanno quello che vogliono e vedono le cose come sono, senza vaneggiamenti e fantasie ipnotiche, ma cercandole per fuggire dalla realtà, la ricerca dell’impossibile per spiegare il possibile, il tutto per spiegare il nulla, la fantasia per spiegare la realtà dalla quale si vuole fuggire.»

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli