L'opera d'arte: 13 brevi scritti su arte, cinema, letteratura, musica, poesia e teatro

Dalla Prefazione:
"... Questo ci condurrà a fortemente negare l’Idea di Arte che la società contemporanea cerca di venderci: un’arte chiusa nei musei e nelle gallerie d’arte, prodotto di geni che si sono distinti o si distinguono dalla massa per via della loro eccezionale abilità tecnica. Se così fosse, sarebbe naturale pensare a un’opera d’arte come a un prodotto di consumo, come una sedia o una macchina, solo particolarmente bella. No, dobbiamo liberarci di quella Idea dell’Arte, e tornare a vedere l’Arte come un’azione che si ripete ogni momento che viene agita, vista o immaginata. L’Opera d’Arte è, per definizione, un’esperienza collettiva che avviene in ogni individuo, evocando un senso di comunità non solo con le persone accanto a noi, o la nostra intera specie, ma con tutta la Natura nella sua interezza, alla quale apparteniamo, mente, spirito e corpo, a nostro modo. ..."

Da Shakespeare a Pasolini, da Mark Rothko a Lewis Carroll, da Bela Tarr a J.M.W. Turner e poi Gianni Asdrubali, Carlo Invernizzi, Steve McCurry, Jovanotti, Gavino Ledda e Glenn Gould. Che cosa lega tutti questi autori, così diversi e lontani tra di loro? Non certamente un’idea. Piuttosto, un’assenza, un silenzio: il non-detto dietro a ogni parola e il non-mostrato dietro a ogni immagine sono il motore che muove le emozioni di noi spettatori, rendendo noi stessi parte di questo processo evocativo dell’assenza che prende il nome di Opera d’Arte.

Giovanni Dominoni nasce a Treviglio nel 1977 e vive gran parte della sua vita tra Vignate, Milano, Londra e Riga. È poeta, scrittore a tutto tondo e artista. Nel 1994 inizia a venire coinvolto nel campo dell’arte contemporanea come organizzatore di eventi culturali e mostre d’arte contemporanea. Dal 1995 è presidente dell’Associazione Culturale Nuova Vignate che opera in collaborazione con l’Associazione Culturale Amici di Morterone per la realizzazione di eventi culturali di portata internazionale. Dal 2016 è presente sul sito internet Artslant con i suoi dipinti e vince diversi premi della critica nella categoria "arte astratta". Definizione, questa, che l'artista non condivide, rifiutando di nascondersi dietro una “idea dell’arte”, come spiegato nei suoi libri. Nel 2017 espone per la galleria Euroclub di Riga. Nel 2018 pubblica "L'opera d'arte", e il suo primo romanzo dal titolo "100 passi".

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli