Il Diario di un Eretico ('The Writer' Vol. 8)

....Li vede tutti questi ragazzi? In questo momento sembrano felici e senza problemi, ma è solo una impressione molto soggettiva. Nel profondo della loro mente, in certi momenti nascondono pensieri e perversioni inimmaginabili. E compiono anche degli atti tremendi ed oscuri. ....

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Michele Pisculli

Come un Uragano (Luke Wander Vol. 1)

Come un Uragano (Luke Wander Vol. 1) di Michele Pisculli Createspace

La mia vita non è nelle mani di Dio fino a quando ho un’arma nelle mie. (dal libro "Op-Center")

Salvate il soldato Silvio B. ('The Writer' Vol. 3)

Salvate il soldato Silvio B. ('The Writer' Vol. 3) di Michele Pisculli Createspace

Della 'Folgore' l'Impeto.

Italians

Italians di Michele Pisculli Createspace

….sogno una valigia, una valigia immaginaria che in realtà è una finestra le cui sbarre sono state tagliate per permettere che uno possa scappare….perché emigrare vuol dire liberarsi e scappare per cercare un mondo migliore, più felice… I dream of a bag, an imaginary bag that in reality is a window the bars of which have been cut to allow a person to escape…..because emigrating means to be ...

Il Diario di un Eretico: Dio esiste veramente? ('The Writer' Vol. 8)

Il Diario di un Eretico: Dio esiste veramente? ('The Writer' Vol. 8) di Michele Pisculli Createspace

“Ma l’Anticristo può nascere dalla stessa pietà, dall’eccessivo amor di Dio o dalla verità come l’eretico nasce dal santo e l’indemoniato dal veggente.” Sir Sean Connery – Guglielmo da Baskerville.

La Sublimazione del Niente ('The Writer' Vol. 7)

La Sublimazione del Niente ('The Writer' Vol. 7) di Michele Pisculli

'Niente è più reale del Niente' Samuel Beckett

L'arte di sapere aspettare (The Writer Vol. 5)

L'arte di sapere aspettare (The Writer Vol. 5) di Michele Pisculli

...Giulio Musumeci era preoccupato. Per la prima volta era stato convocato al cospetto di Sebastiano Lo Forte. ‘Iano la bestia’, lo chiamavano così chi lo conosceva. Ed il perché lo sapeva bene. Aveva alle sue spalle diversi omicidi e diverse rappresaglie violente e spietate. Chi non rispettava le regole ferree della famiglia Laganà doveva fare i conti con lui. Ed era temuto e rispettato da ...