Ex

Mai fidarsi deli ex....

Si passò il vestito satinato sopra la testa, poi lentamente fece scivolare il suo perizoma bagnato, lasciando cadere i vestiti sul pavimento. Emise un altro gemito mentre il tessuto scivolava sul suo clitoride gonfio mentre si toglieva le mutandine. Spostò leggermente la mano destra sul suo monte di Venere e sulle labbra esterne, prendendosi gioco di se stessa. Tolse la mano dalle sue zone sensibili, rabbrividendo di gioia per le sensazioni che stava vivendo. Poi si mise la cuffia da doccia sui capelli, spinse ancora un po’indietro la tenda della doccia ed entrò nello spruzzo della doccia, lasciando le sue infradito nere sul pavimento del bagno. Assaporava le sensazioni dell'acqua, spruzzando tutto il suo corpo e stimolando i suoi capezzoli già sassosi. Afferrò il soffione massaggiante, rimuovendolo dal supporto fisso attaccato alla parete piastrellata. Lentamente, Esther ha accarezzato ogni parte del suo corpo con il soffione della doccia. Ha languito lunghi momenti mentre l'acqua scorreva seducente sopra il suo collo, poi i suoi seni, trascinandone uno spruzzo lungo la schiena, poi sul sedere.
Esther ha continuato a stuzzicare se stessa, usando la doccia massaggiante sui suoi polpacci, poi su entrambi i lati dei suoi piedi. Sentì il suo battito accelerare ed il suo respiro divenne meno profondo mentre sentiva i deliziosi spruzzi d'acqua su ciascuna delle sue cosce.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Lady Eva

A Cosa Servono Gli Amici

A Cosa Servono Gli Amici di Lady Eva

Circa mezz'ora dopo, Luca era seduto nel soggiorno. Stava cercando di guardare la Tv, ma il ricordo del corpo di Erika era ancora fresco nella sua mente. Quelle grandi tette. Quel bellissimo cespuglio. Sapeva che avrebbe voluto mettere le mani sopra uno dei due, quella notte. Ma ogni ulteriore interazione con lei sarebbe stata imbarazzante come l'inferno. Giorgio l’avrebbe preso a calci in culo...

Il Controllo Di Tutto

Il Controllo Di Tutto di Lady Eva

Passò in silenzio nell'atrio in cui l'aveva incontrata per la prima volta. Scivolò silenziosamente nel soggiorno e poi nel corridoio. La seconda camera a sinistra era la sua. Prima di aprire la porta, tirò fuori un fazzoletto e una bottiglia di cloroformio. Era preparato minuziosamente. La settimana precedente aveva lubrificato tutte le porte della casa, quindi non ci sarebbe stato nessuno ...

Syria Si Ribella

Syria Si Ribella di Lady Eva

Il mio tono era diventato più duro mentre rimproveravo il mio giocattolo sessuale. Quei brillanti occhi azzurri si gonfiarono e le sue labbra imbronciate cominciarono a tremare, ma trattenne le lacrime. Amo la mia Syria quando piange. Voglio solo tenerla stretta, ridendo della sua situazione disperata. Non posso farle sapere quanto io mi diverta o piangerà per tutto il tempo, sperando di farmi ...

Una Vicina Sexy

Una Vicina Sexy di Lady Eva

Abbiamo bevuto, guardato il gioco e bevuto un altro po’. La mia squadra stava perdendo e quella di Gaia stava vincendo. Maurizio ha detto che non gli importava chi vincesse, dal momento che la sua squadra non giocava, quel giorno. Così si è seduto lì a gettare benzina sul fuoco mentre Gaia ed io ci prendevamo in giro. In tutta onestà, penso che la stesse guardando più come un semplice gioco, ...

Le Corde

Le Corde di Lady Eva

Dire che Erika fosse pulita sarebbe un eufemismo. La stanza sembrava come se un fotografo di arredamenti fosse atteso da un momento all'altro. Niente era fuori posto. Sono andato alla sua scrivania ed ho aperto un cassetto. Ero stordito. Il cassetto era vuoto! Pulito e vuoto. Ho aperto il cassetto centrale. Era vuoto! Ho aperto tutti i cassetti ed era come se la scrivania non fosse mai stata ...

L'Accordo Perfetto

L'Accordo Perfetto di Lady Eva

Mentre si accoccolavano contro di lui, osservò, "Questa è stata la cosa più sconcia e gratificante che abbia mai fatto. Grazie ad entrambe per aver realizzato un sogno." Entrambe le donne iniziarono a ridacchiare e le loro risatine si trasformarono in risate. "Cosa c’è? Perché ridete?" chiese, sentendo un pizzico di insicurezza. Esther ha controllato la sua risata abbastanza bene da ...