L'Orizzonte di Aton

Romanzo storico - Akhenaton, il più singolare faraone che l'Antico Egitto abbia conosciuto, è morto. La regina Nefertiti incarica il generale Horemheb e il suo fido scriba Bes di indagare.

Valle del Nilo, XVIII Dinastia. Akhenaton, figlio di Amenothep III e della regina Tyi, il faraone che ha imposto in Egitto il culto di un unico dio, è morto. La sposa reale, Nefertiti, dallo sguardo ammaliatore e dal corpo conturbante, è convinta che non si tratti di un fatto naturale. Il generale dell'esercito Horemheb, assieme al fido scriba Bes, vengono incaricati di indagare. Sullo sfondo dell'inquietante capitale del regno, fatta erigere nel deserto dal faraone e battezzata l'Orizzonte di Aton in onore del nuovo dio, Horemheb dovrà dipanare il complesso intreccio che affonda le radici nelle tradizioni e nella sapienza segreta del suo popolo.

Per Tablet, Smartphone, Pc ed eReader.

L'autore, appassionato di storie e di misteri, appare con alcuni racconti nelle antologie Delos. Il suo primo romanzo storico, "Affresco Veneziano", è presente su Amazon assieme a "Il soffio della morte", un giallo ambientato nella Bologna del '300.
Un suo breve noir sullo sfondo della Venezia del XVI secolo, "La riva di Biasio", è stato pubblicato nel numero 1323 de "Il Giallo Mondadori". Finalista al premio “GRAN GIALLO CITTÀ DI CATTOLICA” MYSTFEST 2017.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Francesco Grimandi

Septem Literary - RecensioneFrancesco Grimandi

Akhenaton, il faraone eretico, al secolo Amenofi IV, colui che spezzò con coraggio una tradizione millenaria! Inutile dirvi che è il mio faraone preferito e proprio per via della sua eresia che portò avanti con grande passione. L’antico Egitto fu una civiltà con una religione politeista e va da sé che la classe sacerdotale, per l’innumerevole quantità di riti propiziatori e non, ebbe un notevole potere anche dal punto di vista governativo sulle masse ignoranti della popolazione... Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

Francesco Grimandi

Recensione a cura di Alessandra MicheliFrancesco Grimandi

Scegliere un testo da proporre al pubblico che sia credibile, ben scritto ma anche accattivante non è semplice. presuppone genio, intuito e una certa sfrontatezza nell’ignorare i finti dati sui gusti dei lettori. Finti perché, dalla mia misera esperienza, non noto questo tremendo calo di cultura. Più che altro vedo un interesse a farlo credere proponendo libri di basso profilo emotivo o culturale. Un romanzo, per essere un romanzo, non ha bisogno di paroloni altisonanti, di trame psicologiche o di chissà quale arcano significato. Deve essere perfettamente articolato, armonico e con vari livelli di significato adatti a ogni tipologia di lettore: dal più esigente al più pigro. E la Delos non ha mai deluso. Non inserisco mai complimenti nelle mie recensioni per non essere tacciata di favoritismi. Eppure oggi sono decisa a farlo, perché questo splendido mistery vi sia di insegnamento: saper scrivere è un dono e Grimandi lo ha dimostrato. Pagine che scorrono leggiadre, facendo provare al lettore la stessa sensazione dei primi cinematografi, stupore reverenziale, la sensazione di camminare tra gli scenari e quel senso di grandezza che solo i capolavori sanno ispirare. Definisco questo mistery un capolavoro? Si. Perfetto in ogni dettaglio, accurato nelle descrizioni rese vive dall’amore che si avverte per la storia antica, e con la capacità, rara per chi si diletta con gli storici di rendere reali e vivi miti resi immortali dagli studiosi. E che invece sono uomini come noi. E Francesco ha affrontato il più controverso, immaginifico, affascinante leader folle forse, di un lontano polveroso passato Akhenaton al secolo Amenofi IV. Chi era costui? ... Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per commentare.

Altri libri di Francesco Grimandi

La reliquia e altri racconti

La reliquia e altri racconti di

Avventure e sensazioni di epoche lontane. Una preziosa reliquia custodita in un santuario tra le montagne dell'Appennino. Un misterioso personaggio veneziano. Una Firenze cupa e rinascimentale. Un abile mercenario al seguito di un capitano di ventura. Un pittore e l’amore al tempo dei castelli. Cinque racconti in bilico tra la fantasia e la Storia, per scoprire che l’uomo è sempre lo stesso at...

AFFRESCO VENEZIANO

AFFRESCO VENEZIANO di

Venezia, estate 1589. Angela Moro è giovane, affascinante, intelligente. Si offre a chi può permetterselo e il ruolo di cortigiana è un mezzo per decidere del suo destino. Matteo Braida è un uomo semplice, energico che lavora in un piccolo cantiere navale e non nutre ambizioni particolari. Forse per questo si sente a un passo dall'abisso. Un incontro casuale ha il potere di accendere in loro la...

Apocalisse

Apocalisse di

Londra è lontana e dimenticata. Il suo traffico caotico, la cupola di St. Paul, il Big Ben, il Parlamento e la residenza dei regnanti inglesi sono scomparsi. Alla stregua delle altre metropoli l’onda d’urto dei bombardamenti nucleari ha lasciato mucchi di rovine invivibili. In una terra futura sconvolta dal conflitto, la lotta tra il Male e il Bene è allo scontro finale. L’umanità saprà reagire...

L'eremo nel deserto

L'eremo nel deserto di

Se la Storia non fosse come ci è stata tramandata?Palestina, Anno Domini 1196.L’incoronazione di Enrico VI di Svevia, secondogenito di Federico I Barbarossa, ha posto in essere la temuta unione di Impero e Regno di Sicilia, avversata dal Papa e dalla Chiesa, imponendo un nuovo modus vivendi carico di conseguenze sul piano politico. Anche la caduta di Gerusalemme (1187) ha costretto a nuove prio...

Maleficio

Maleficio di

Bologna, marzo 1326. Il Capitano del Popolo, Fulgerio da Calboli, realmente esistito e menzionato da Dante nella Divina Commedia, invia Jacopo Lamberti, vicario di giustizia, in missione presso un borgo periferico. Il suo compito è prelevare un ladro e scortarlo nelle prigioni della città. Jacopo incontrerà una realtà diversa, fatta di boschi, terre incolte, di un paese arroccato su un colle e ...

Il soffio della morte

Il soffio della morte di

Bologna, novembre 1325. Una serie di sanguinosi omicidi, un dilemma che inchioda chi è chiamato a investigare, un mistero difficile da risolvere. In un duello a distanza contro tutto e tutti, il vicario di giustizia Jacopo Lamberti dovrà scoprire chi si nasconde dietro l’enigmatico assassino che colpisce di notte e infierisce sulle vittime senza un motivo apparente. Jacopo tenterà di fermarlo a...