Ti Troverò

Ti Troverò
Autore
Monica Scott
Pubblicazione
30/09/2018
Categorie
Elisabetta serrò i denti. Avendo un certo temperamento per una ragazza così piccola, la sua paura fu presto oscurata dalla rabbia. Enrico stava pianificando di rovinarle la vita, portarle via la libertà e tutto ciò che aveva imparato a conoscere e ad amare. E lei stava ovviamente guardando un assalto sessuale umiliante prolungato. Poteva svegliare tutto ciò che voleva, e il suo corpo poteva tradirla, ma non gli avrebbe chiesto nulla.
"Bene” disse lei piatta, i suoi pallidi occhi lampeggianti mentre si fissavano rabbiosamente sul soffitto, rifiutandosi di guardarlo mentre il suo cuore batteva di adrenalina e odio. "Fai del tuo meglio, cazzo".
"Così brutto” le fece un inchino tra le gambe, non afflitto dal suo insulto, tirando il pezzo di pizzo di lato e facendo schioccare il clitoride con la lingua. Sentì il suo respiro sibilare tra i denti mentre il suo corpo rabbrividiva dalla sensazione risultante.
"Qual è il problema? Pensavo avessi detto che ero un ragazzo di bell'aspetto?" la stuzzicò, prima di coprirle la figa con la bocca, baciandola appassionatamente e torchiandola, amando il modo in cui il suo corpo sobbalzava rabbioso, fluidi più deliziosi che filtravano per coprire il suo mento.
"Fottiti” sbottò Elisabetta, la sua voce ronzava di rabbia crescente mentre sentiva il suo eccitamento. "Non sei altro che un pervertito malato."
"Odiami tutto quello che vuoi” disse Enrico a voce alta, e sentì il suo alito caldo accarezzare la sua parte interna della coscia, "stai per perdere quel tono, piccola." Si spostò e Elisabetta sentì un liquido morbido dribblare sulla sua fica, poi le sue dita che lo massaggiarono delicatamente come se stesse applicando una crema idratante. Poi saltò mentre lentamente le faceva scivolare due dita, ancora massaggiandole il clitoride con il pollice.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Monica Scott

Roca E Carnale

Roca E Carnale di Monica Scott

"A volte mi chiedo come sarebbe essere usata. Ora non fraintendermi, so di essere la donna più fortunata in circolazione - il nostro amore è meraviglioso, ma a volte penso che mi piacerebbe provarlo senza "amore" così, per ammorbidire la definizione. Sai cosa intendo? " Davide annuì all'infinito ma Stella continuò a prescindere. "Non mi lamento nemmeno leggermente; ma voglio sperimentare quello...

Due Donne Diverse

Due Donne Diverse di Monica Scott

"Ho usato entrambe le mani per far scivolare la gonna stretta intorno alla sua vita, mostrando il suo sesso nudo e il culo all'aria fredda della notte." Disse Stefano a sua moglie. "Si era tolta prima le mutandine al tavolo e me le aveva infilate in tasca." "Hai ... Le hai ancora?" Chiese Guendalina con voce sibilante e affannosa, mentre la punta delle dita si muoveva avanti e indietro sul ...

La Gatta

La Gatta di Monica Scott

Louise fece qualche passo, poi si girò e tornò al divano. Si voltò di nuovo e i suoi occhi si posarono sulla porta principale. Ci fu una piccola titubanza nel respiro per un secondo e poi camminò verso la porta. Si fermò con la mano sulla maniglia della porta ed emise un suono piagnucoloso. Voleva aprirla e uscire. Sei pazza, il suo cervello urlava da una parte e provava euforia dall'altra. ...

Come  Una Bambola

Come Una Bambola di Monica Scott

"I suoi indumenti intimi sono in organza antica e consistono in una sottoveste con fondo arricciato e un pezzo di tessuto rigido che funge quasi da gonna a cerchio per dare volume al suo vestito. Semplicemente bellissimo!" Tom glielo fece scivolare sui fianchi per lasciarlo coccolare dai piedi. La sua mano sfiorò le sue cosce e il suo culo, "Ha quattro pantaloni arricciati a più livelli e ...

Una Lunga Estate Calda

Una Lunga Estate Calda di Monica Scott

I suoi occhi si illuminarono e il sorriso tornò sulle sue labbra. "Oh veramente?" Alzai gli occhi al cielo e non potei fare a meno di sorridere. "Sì, davvero, ma sono un po’sposata, Andrea." Mi appoggiai contro la panca e cercai di immaginare Lorenzo. Il senso di colpa mi attraversò e mi sentii un po’imbarazzata. "Lo amo, voglio dire, lo ami anche tu, a modo tuo, è incredibile, merita molto ...

Solo Per I Soldi

Solo Per I Soldi di Monica Scott

Il suo stomaco si strinse, rendendosi conto che gli stava dando abbastanza spettacolo, con i seni scoperti. Ha maledetto il marito per aver scelto il merletto puro che le copriva a malapena i fianchi. Finendo di sistemare il lato opposto del letto, non ebbe altra scelta se non quella di spostarsi di lato dove si trovava ora. Sostenuto dalla sedia a rotelle speciale, il vecchio si stava ...