La Tua Piccola Prigioniera

La Tua Piccola Prigioniera
Autore
Cassandra Goren
Pubblicazione
02/10/2018
Categorie
Edward sospirò, scuotendo la testa. Il denaro non era molto nel grande schema delle cose, dopotutto lui era un multimilionario, e il denaro poteva essere recuperato in un paio di giorni attraverso le imprese del suo impero. Era il principio che contava. Quello e il non perdere la faccia. Essere derubato da quella pomposa merda di un avvocato che avrebbe dovuto comportarsi da intermediario in un losco affare, non era buona cosa per la sua reputazione, né per il suo ego.
"Miss Sewing, sono fuori di cinquecentocinquantamila dollari e non sono di ottimo umore, adesso. Ti suggerisco di pensare molto attentamente prima di rispondermi, questa volta." Dov'è il tuo fottuto capo? "
"Per favore , non lo so, sono andata al lavoro lunedì e la sua scrivania era vuota e da allora non ho più visto né sentito sue notizie. Anche Gwen è scomparsa, ti giuro che ti sto dicendo la verità. Mi credi?
Appoggiandosi al gomito destro sulla coscia, si sfregò il mento con la mano, sentendo la barba di due giorni raspare contro le sue dita forti. Aveva notato la giovane donna la prima volta che era andato negli uffici del fottuto che era scappato con i suoi soldi. Aveva ammirato la sua corporatura snella ed il suo viso dolce circondato dai morbidi capelli scuri alle spalle, mentre passava dall'ufficio esterno al sancta sanctorum del suo capo.

Era una cosa carina , non il suo solito tipo, ma qualcosa dentro di lui l'aveva notata ogni volta che lo aveva visitato. Ogni volta che lei lo guardava timidamente attraverso le lunghe ciglia e poi chinava la testa per continuare a lavorare sul suo computer, sforzandosi di non farsi notare, mentre Gwen, la segretaria di Jacobs, lo aveva scortato attraverso la solida porta di quercia e lontano dal tenue profumo di rosa che si era diffuso verso di lui da dove sedeva.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Cassandra Goren

Come Ti Controllo Il Capo

Come Ti Controllo Il Capo di

Cosa sei disposta a fare per avere un avanzamento di carriera? E, soprattutto, chi sei disposta a sedurre per questo?”Guarda ... guardaci” disse, indicando la finestra con il mento. Distolsi lo sguardo dal suo seno che rimbalzava, verso la finestra. Il sole stava calando sulla città, e nella finestra, con la luce com'era, i nostri riflessi traslucidi erano proiettati sul vetro. Grazia era davan...

Invisibile

Invisibile di

Cinque giorni e cinque notti al resort erano ragionevoli e convenienti. Laura prenotò un volo per domenica sera e stava compilando un assegno per tutto, quando la donna dietro la scrivania sospirò e disse: "Vorrei avere il coraggio di andare in un resort nudista". "Eh? Cosa?" Fu la risposta arguta di Laura. "Beh, dice abbigliamento opzionale ma significano la stessa cosa." Laura firmò l'assegn...

Brivido Erotico

Brivido Erotico di

L'eccitazione non può essere controllata...Velocemente, Beatrice tolse le scarpe e le posò sulla ringhiera del ponte. Il cemento emanava ancora il calore del giorno ed era caldo sotto i suoi piedi. Poi si chinò, afferrando l'orlo del vestito. Sollevando il vestito verso l'alto, lo tirò sopra la testa e lontano dal suo corpo. Ora stava sul ponte completamente nuda. Avvolgendo il vestito intorno ...

Lo Stallone

Lo Stallone di

La donna cadde dritta in ginocchio, stordita dalla forza del colpo. Svuotata dalla rabbia per la distrazione dell'incredibile pene di Gary, e per la sua inaspettata violenza, Jane fu improvvisamente incapace di rispondere. Si alzò minacciosamente con il braccio sinistro tirato indietro sul suo corpo minacciando di far partire un altro colpo, questa volta con il dorso della mano. Silenziosa ora,...

Senza Di Lui: Seduzione Crudele

Senza Di Lui: Seduzione Crudele di

L'amore non si sceglie, l'amore accade. Quando meno te laspetti, con chi meno vorresti, e tutto diventa avventura...Un uomo magro e muscoloso con un'espressione arrogante stava tenendo una pistola puntata verso di me, "Ah, eccoti qui, e anche così bella!" Feci una smorfia mentre questa donnola untuosa mi sorrideva e gesticolava con la sua pistola, "Perché non vai da quella ragazza e prendi post...

Vette Di Piacere

Vette Di Piacere di

Quando raggiunsero gli ascensori dell'hotel, Alba allungò il dito e premette l'unico pulsante per l'undicesimo piano. Guardò negli occhi di Alberto e mentre l'ascensore si spostava in fretta, il suo viso si trasformava in un sorriso dolce. Le mani di Alberto si spostarono per tenerla, prendendola delicatamente per mano e conducendola ai pochi gradini lungo il corridoio fino alla sua stanza.Ment...