La Tua Piccola Prigioniera

La Tua Piccola Prigioniera
Autore
Cassandra Goren
Pubblicazione
02/10/2018
Categorie
Edward sospirò, scuotendo la testa. Il denaro non era molto nel grande schema delle cose, dopotutto lui era un multimilionario, e il denaro poteva essere recuperato in un paio di giorni attraverso le imprese del suo impero. Era il principio che contava. Quello e il non perdere la faccia. Essere derubato da quella pomposa merda di un avvocato che avrebbe dovuto comportarsi da intermediario in un losco affare, non era buona cosa per la sua reputazione, né per il suo ego.
"Miss Sewing, sono fuori di cinquecentocinquantamila dollari e non sono di ottimo umore, adesso. Ti suggerisco di pensare molto attentamente prima di rispondermi, questa volta." Dov'è il tuo fottuto capo? "
"Per favore , non lo so, sono andata al lavoro lunedì e la sua scrivania era vuota e da allora non ho più visto né sentito sue notizie. Anche Gwen è scomparsa, ti giuro che ti sto dicendo la verità. Mi credi?
Appoggiandosi al gomito destro sulla coscia, si sfregò il mento con la mano, sentendo la barba di due giorni raspare contro le sue dita forti. Aveva notato la giovane donna la prima volta che era andato negli uffici del fottuto che era scappato con i suoi soldi. Aveva ammirato la sua corporatura snella ed il suo viso dolce circondato dai morbidi capelli scuri alle spalle, mentre passava dall'ufficio esterno al sancta sanctorum del suo capo.

Era una cosa carina , non il suo solito tipo, ma qualcosa dentro di lui l'aveva notata ogni volta che lo aveva visitato. Ogni volta che lei lo guardava timidamente attraverso le lunghe ciglia e poi chinava la testa per continuare a lavorare sul suo computer, sforzandosi di non farsi notare, mentre Gwen, la segretaria di Jacobs, lo aveva scortato attraverso la solida porta di quercia e lontano dal tenue profumo di rosa che si era diffuso verso di lui da dove sedeva.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Cassandra Goren

Vette Di Piacere

Vette Di Piacere di

Quando raggiunsero gli ascensori dell'hotel, Alba allungò il dito e premette l'unico pulsante per l'undicesimo piano. Guardò negli occhi di Alberto e mentre l'ascensore si spostava in fretta, il suo viso si trasformava in un sorriso dolce. Le mani di Alberto si spostarono per tenerla, prendendola delicatamente per mano e conducendola ai pochi gradini lungo il corridoio fino alla sua stanza.Ment...

L'Educatore

L'Educatore di

Venerdì 18 giugno l'ho chiamato. Gli ho detto cosa avevo programmato e quale risultato gli ho assicurato che avrebbe avuto. Sua moglie non avrebbe mai più speso più di mille euro al mese senza il suo permesso, non l'avrebbe mai più tormentato per i soldi, sarebbe tornata ad essere la donna sottomessa che era quando si erano sposati. Gli piaceva quello che gli avevo promesso e mi ha chiesto come...

Cornuto

Cornuto di

Abbiamo parlato a lungo ed è diventato chiaro che la causa alla base delle nostre pause regolari era la semplice frustrazione sessuale. Mi amava, ma questo era un problema serio per lei, il che significava che non potevamo avere futuro. Voleva che tornassimo insieme, ma aveva concluso che era finita; la natura accendi-spegni, accendi-spegni della nostra relazione era troppo dolorosa, per entram...

Il Mostro Dentro Di Lui

Il Mostro Dentro Di Lui di

Una fuga nei boschi, inseguita da un uomo astuto e forte pota Claudia a scoprire di più della sua stessa sessualità, a scoprire che il mostro che alberga dentro di lui forse è molto simile a quello che vive dentro di lei...Claudia corse via veloce, disperata, con grandi balzi affannati. Corse come se la sua vita dipendesse da ciò. Corse come se non avesse bisogno di respiro, poi corse ancora pi...

Il Fugace Ritorno

Il Fugace Ritorno di

Una telefonata, poche parole ed il passato ritorna, vivido, impetuoso...Mi sentivo a disagio sul pavimento, legata impotente, in attesa che uno di loro effettuasse la prossima mossa. Non ci è voluto molto. Sentii una lieve punta del polpastrello accarezzare a tentoni la mia guancia quasi un attimo dopo che l'oscurità mi aveva bloccata al suo interno. Rimasi senza fiato per colpa del bavaglio al...

Il Quiz

Il Quiz di

Ho deciso di farle un regalo che solo io posso fare - me stessa. Cioè, le ho dato un coupon virtuale che poteva usare ogni volta che desiderava. Questo coupon le ha dato il diritto di usarmi, in qualsiasi modo desiderasse, per un giorno. Andava tutto bene. Un coupon che rappresentava "consenso al non consenso" per una sessione. Ha scelto oggi. Mi ha detto come vestirmi e quando arrivare. Fedele...