I Riti Oscuri (Colui che Dimora nelle Tenebre Vol. 1)

Il canto dell’amore e l’urlo dell’odio, sentimenti che affondano le proprie radici all’origine della Creazione e che si confrontano, in una avventura che si sviluppa all’interno della nostra esistenza e contemporaneamente al di fuori di essa tra duelli, strategie e ricordi. Mitologia, filosofia, poesia, medicina naturale, tradizionale ed ufficiale incanalano i protagonisti verso ciò che è accaduto e che al tempo stesso deve ancora accadere; tra magia, psicologia, simbolismo ed esoterismo. Dai riti iniziatici alla visione salvifica di particolari creature fino giungere al genere fantasy.

Il libro secondo, dove tante tematiche e personaggi per ora solo abbozzati verranno sviluppati, sarà pubblicato nel 2016 in prossimità delle 8 “date magiche” dell’anno che troverete descritte; tempo necessario, oltre all’ispirazione che finora mi ha sostenuto, per verificare le fonti di informazione.

Per chi invece non ritenesse di procedere nella lettura, il finale che questo libro offre permette di concludere comunque la storia con solo una punta di malinconia per il curioso mistero che lascia.

L’opera potrebbe contenere parole, dialoghi e materiale che alcuni potrebbero ritenere offensivo. Ricordo che non rispecchiano necessariamente il parere dell’autore e che vanno considerati per il contesto nel quale vengono narrati.

In caso di lettori minorenni raccomando sempre e comunque la supervisione di un adulto.

L’opera è una storia di fantasia, ogni riferimento a persone, fatti o avvenimenti reali è da ritenersi puramente casuale.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Matteo Missiroli

La Sacerdotessa della Luna d'Argento (Colui che Dimora nelle Tenebre Vol. 3)

La Sacerdotessa della Luna d'Argento (Colui che Dimora nelle Tenebre Vol. 3) di

E' l’equinozio d’autunno, periodo nel quale il sole si immerge nell’oceano cosmico e le luci si riducono sempre più.Era il periodo dedicato a Mithra, intermediario tra gli Dei e gli uomini in un momento dell’anno intermedio, come intermedio è l’equinozio stesso. Mithra era raffigurato come portatore di due fiaccole, una sollevata (simboleggiava l’equinozio di primavera) e una abbassata (come le...