Grande nudo

Il destino dell’uomo è segnato. Anche la terra sembra saperlo. Si apre, poi mastica e inghiotte, affamata. Tempi di guerra, di carestie e vendetta.Non c’è scampo agli attentati che si susseguono in città né rimedio ai fondamentalismi verso i diversi, non c’è salvezza dalle nubi tossiche né speranza nella misericordia umana.C’è solo una possibilità. È scritta nel vento. E porta un nome: Maria.La riscossa degli ultimi parte da una Sardegna infetta, un’isola/mondo in cui i cani governano e un pescatore affetto dal morbo guida un’orda stracciata verso la terra promessa.Un romanzo corale, esploso, torrenziale, i cui protagonisti mostrano il cuore feroce di un’umanità alla deriva. Il libro più oscuro, spietato e conturbante di Gianni Tetti.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Grande nudo di Gianni Tetti | Recensione di SandyStamberga d'Inchiostro

Il romanzo si presenta come un fascio di rovi, se non si presta la dovuta attenzione, si potrebbe finire per farsi male. È un libro che si divora lentamente, ma proprio come quando si guarda dentro l’abisso, è questo che guarda a sua volta dentro di noi. Tetti logora dall’interno, lasciando una ferita aperta difficilmente cicatrizzabile. Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per rispondere.