Angelica e il peccato della scrivania trasparente

Gabriele, ragazzo dai trascorsi ribelli e dalla non comune intelligenza, è incastrato in un lavoro grigio e routinario, rimediatogli dalla famiglia d'altolocata estrazione. L'impiego in una ditta di informatica sembra porre un argine alla sua deriva esistenziale ma l'aridezza di quella vita rischia di consumarlo dentro, in un inesorabile e lento stillicidio. Un giorno, apparentemente come tanti, s'incarica di consegnare un documento a un cliente, non particolarmente aduso alla tecnologia. Esce dall'ufficio e di malavoglia raggiunge un negozio di arredamento. Qui s'imbatte nella titolare, Angelica; donna oltre gli "anta", chioma bionda e ondulata, che - malgrado il gap generazionale che la separa da Gabriele - promana ancora un'attirante sensualità. Lei coglie da subito la fragilità del giovane, sin troppo formale e rigido nel risponderle, spesso svagato e assente. Angelica, dal canto suo, vuole le sue attenzioni e così decide di forzargli la mano: lo invita nel retro del negozio, col pretesto di procedere al disbrigo di una pratica amministrativa...

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Francesco Ventura

Dieci meno: Un'avventura cinematografica (Minimalia)

Dieci meno: Un'avventura cinematografica (Minimalia) di Francesco Ventura Licosia

Dall'incontro tra lo storico dirigente della Direzione Generale del Cinema Francesco Ventura (testimone di circa quarant'anni di commissioni per il finanziamento alle opere prime e seconde del cinema italiano) e Luigi Sardiello, direttore di FILMAKER's magazine, sceneggiatore e regista ("Piede di Dio", "Il pasticciere") è nato questo "Dieci meno - Un'avventura cinematografica". Un libro che ...