Sui diritti delle donne

“A seguito di lunghe riflessioni sulla storia e dopo aver preso atto con diligenza della realtà che ci circonda, mi sono ritrovata triste e indignata. Infatti, mio malgrado, ho dovuto ammettere che le differenze tra gli esseri umani non sono state stabilite dalla natura, ma dalla stessa civiltà. Dopo aver letto molti libri di pedagogia, ho osservato il comportamento dei genitori e del sistema scolastico.
Che cosa ho dedotto da tutto ciò?
Mi sono convinta che l’istruzione inadeguata sia la causa primaria delle carenze di cui mi rammarico…”.

Nel 1792 Mary Wollstonecraft sconvolse la comunità britannica con un’opera sorprendente e all’avanguardia. Sui diritti delle donne esamina con occhio oggettivo e critico la posizione della donna nella società, portando alla luce le cause, le conseguenze e le ingiustizie di dogmi e pregiudizi considerati corretti solo per abitudine o convenienza, puntando il dito contro le sue stesse sorelle che accettano la loro sorte di buon grado, anziché ribellarsi. Un prezioso documento storico, una tra le prime opere che imposero solide fondamenta alla lotta per i diritti delle donne.

Mary Wollstonecraft (1759 – 1797) fu una filosofa e scrittrice britannica, considerata l fondatrice del femminismo liberale. Ebbe una vita relativamente breve e avventurosa, madre di Mary Shelley, autrice di Frankenstein e moglie del poeta Percy Bysshe Shelley.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Mary Wollstonecraft

Mary - Una storia

Mary - Una storia di Mary Wollstonecraft

La storia di Mary... il dolore di una donna, la sensibilità di un’anima pura alla ricerca dell’amore e della libertà. Mary, giovane sensibile e ingenua, è costretta a un matrimonio di convenienza e senza amore per motivi economici. Rendendosi conto della sua situazione, cerca una via di fuga attraverso la realizzazione dei propri desideri d’amore e di ...