I moderni farisei

Roma, anno 1846. Sotto il pontificato di Gregorio XVI, nella Roma del potere temporale della Chiesa, si intrecciano le vicende di vari personaggi, in un modo o nell’altro influenzate dal perbenismo e dall’arretratezza dell’alta società romana. Tra prelati corrotti e corruttibili, arrampicatori sociali, matrimoni combinati per interesse e matrimoni vietati per rango sociale, si delinea il quadro di una nobiltà ipocrita e in declino, quella dei "Moderni Farisei", ignara di essere alla vigilia dei grandi stravolgimenti politici che la porteranno all’estinzione.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli