Nightcrawlers

Duecento anni fa, il villaggio di Clavitt Fields fu raso al suolo. Si sperò che i suoi abitanti fossero periti nel fuoco. Ma non morirono. Andarono sottoterra…

Per generazioni, hanno vissuto e si sono riprodotti nell’oscurità, adattandosi a un’esistenza sotterranea. Ora stanno tornando in superficie e ciò che sono diventati è un orrore al di là di ogni comprensione, un incubo strisciante di malvagità e violenza votato alla distruzione.

La notte è viva… e appartiene a loro.

Nightcrawlers è unico, oscuro, terrificante. L’atmosfera è oscura dall’inizio e lentamente le tenebre strisciano nella mente del lettore fino a quando questi non immagina di trovarsi nel bel mezzo della follia.” (I Heart Reading)


“Questo romanzo dovrebbe garantire l’ingresso di Tim Curran tra i ranghi degli altri scrittori influenzati da Lovecraft come Fritz Leiber, Robert E. Howard e Robert Bloch.” (New York Journal Of Books)


“I capitoli d’apertura sono i più terrificanti che io abbia letto da molto tempo a questa parte.” (Beauty In Ruins)

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Domino Letterario di Maggio: Nightcrawlers di Tim CurranStamberga d'Inchiostro

Nightcrawlers non è solo una bella storia del terrore, ma un racconto claustrofobico dal quale è difficile liberarsi. Col proseguire della lettura la tensione resta costante ed è impossibile staccarsi dalle pagine. Il tempo diventa un eco di fondo. Restiamo sospesi nel tempo, in quello di Curran e della sua narrazione, fino alla fine e una volta arrivati all’ultima pagina niente sarà come prima. Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per rispondere.