E la pace portò via la guerra

Finita la scuola Bianca e Benedetta si trasferiscono, assieme alla loro mamma come ogni anno, nella casa di campagna del nonno che si trova in un paesino lungo la ferrovia. Qui trascorrono una parte delle loro vacanze, entusiaste di ascoltare le storie di guerra che il nonno legge da un vecchio quaderno che ha ricevuto direttamente dalle mani della protagonista: una bambina di nome Fizzetta. Non è la prima volta che il nonno racconta queste storie ma stavolta sembra proprio intenzionato ad arrivare alla fine e a tracciare tutta la parabola che vide coinvolta Fizzetta e la sua famiglia, in quell’autunno del 1943. La sua narrazione, scandita dal susseguirsi dei giorni che trascorre assieme alle nipoti, proseguirà nel racconto dei lunghi mesi di peregrinazioni durante i quali, la bambina e i suoi familiari, andranno profughi di luogo in luogo, nel tentativo di evitare i bombardamenti americani o la cattura e la deportazione da parte dei tedeschi. Fino alla liberazione. Ma questo gran finale riserverà a Bianca e Benedetta una serie di colpi di scena.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Alberico Mattiacci

Il fantasma che guida: ovvero lo spettro autistico

Il fantasma che guida: ovvero lo spettro autistico di Alberico Mattiacci

Una storia che vuole essere una piccola e breve testimonianza delle difficoltà quotidiane che una famiglia incontra nella gestione del proprio figlio con spettro autistico. Ma anche una storia che è il racconto romanzato, delle avventure buffe e sconclusionate di quel bambino, Miki, delle sue difficoltà, della sua tristezza, della sua rabbia, della sua generosità. E infine una storia che vuole ...

Le Storie del Repository

Le Storie del Repository di Alberico Mattiacci

AlMa, l’anima del protagonista, confinata in un repository, comincia a produrre file e ad organizzarli. Il primo file racconta di un Residence, una sorta di El Dorado nascosto tra le montagne e popolato da personaggi buffi, a volte grotteschi, fedeli alle abitudini e ai costumi del loro tempo; siamo agli inizi degli anni ‘70. L’incontro con queste figure consentirà al protagonista di maturare...

Il libro che si scrive da solo

Il libro che si scrive da solo di Alberico Mattiacci

Paul Agnini, il protagonista del romanzo è uno scrittore ed è in cerca dell’autentica ispirazione che possa finalmente sbloccarlo. Ha una scadenza editoriale da rispettare e sceglie un rifugio di campagna come luogo ideale dove poter ritrovare sé stesso e la propria arte. Gli fanno compagnia due amici Gianni ed Elia, un informatico e un contadino. Quest’ultimo in particolare sembra essere una ...