Fantafiabe (Robotica.it)

Fantascienza - racconti (35 pagine) - Fantascienza+fiaba è quell’alchimia che produce nuovi archetipi da proiettare nel futuro usando ingredienti del passato. Ecco I mondi delle fiabe che ancora non esistono.

La fantascienza è la materia più duttile della letteratura, e Simonetta Olivo ha deciso di modellarla insieme a ciò che nel passato ha contribuito a creare il nostro inconscio collettivo: le fiabe.
L’impasto narrativo che ne è venuto fuori ha permesso alla Bella addormentata di essere qualcuno da non andare a risvegliare; al Soldatino di stagno di avere per nome S23 e di bruciare nel fuoco dell’odio; a Barbablù di essere un ricco “gatsby” che non dà alcuna speranza alle sue amate, perché guai a scoprire la password di quel gioco che è la libertà.
Tra gli archetipi delle fiabe e il futuro, c’è anche tutto ciò che stiamo modellando noi contemporanei, quindi l’odio razziale, l’esclusione dei diversi, la resa all’effimero.
Ogni fantafiaba ha questi ingredienti, con anche pezzettini di Shakespeare e Conrad e, a leggerle con cura, di ognuno di noi.

Simonetta Olivo è nata a Udine, in Italia, nel 1976. Vive a Trieste, dove lavora come psicologa in un servizio pubblico. Si dedica anche alla scrittura dal 2016. Il suo primo racconto, che nel maggio 2018 è stato pubblicato da Mondadori nella collana Urania, è stato finalista nella prima edizione del Premio Urania Short e nell’undicesima edizione del Premio Robot. Ha partecipato a un progetto di micronarrativa con Speculative Fiction in Translation. È fondatrice del Collettivo Italiano Fantascienza, il cui contributo è stato fondamentale per la stesura delle Fantafiabe.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli