Il gioco degli specchi cosmici

Che c’entra lo Zendrio, la misteriosa materia protostellare che permette di viaggiare nel tempo, con l’invasione del pianeta Magong da parte dei freddi ed evoluti colonizzatori di Fridonia, che non conoscono né il dolore né il sacro terrore della morte? E soprattutto che c’entra il Grande Sé, l’immortale eternamente giovane che attraverso i suoi specchi cosmici legge nella trama dell’universo, con il corpo speciale degli Assassini Scelti, il cui motto dell’accademia è: “tutto è lecito al più forte?”
Un antico segreto si nasconde nelle buie profondità del lago di re Wraith, in attesa che i 999 anni dal Maelstrom lo riportino alla luce, inaugurando un nuovo ciclo del cosmo. Ma chi ha mosso gli uomini-falco dalla pelle azzurra contro i selvaggi uomini-lupo alleati dell’impero di Cassar? E cosa hanno a che fare con tutto questo personaggi storici reali come Yukio Mishima, Jack lo Squartatore e Anna Bolena?
Amore, morte e guerra si alternano nelle avventure di Gunder il prescelto, l’erede degli sconosciuti Abitatori venuti dallo spazio, che tra organismi cyborg metà umani e metà macchine, universi paralleli e creature trasmutanti, affronterà coraggiosamente l’avventuroso percorso che lo porterà infine a realizzare il suo destino. Ma solo dopo aver affrontato la propria immagine cosmica eterna e indistruttibile saprà scegliere con chi battersi nell’epico scontro finale per la salvezza di Magong, muovendo con Astrid verso l’ignoto futuro di Asgaria, quando scoprirà che la realtà non è solo quella che si vede e si tocca con mano, ma un infinito gioco di specchi che riflettono interminabilmente il caleidoscopio delle loro immagini, perché esiste un nesso comune e costante tra tutte le cose che sono avvenute, che avvengono e di là da venire.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli