Vita e morte del marchese di Mores Antoine Manca (1858-1896): Un nobile francese di origine sarda (Su fraile de s'istòricu)

Antoine Amédée Marie Vincent Manca, marquis de Morès, come lo appellarono i suoi contemporanei nei diversi luoghi dove abitò o transitò (Parigi, Cannes, Stati Uniti d’America, India, Nepal, Indocina francese, Tunisia, Tripolitania e infine Algeria) fu il discendente di don Antonio Manca y Amat, uno dei feudatari più famigerati del nord Sardegna.
La famiglia di Antoine dopo lo scioglimento dei feudi sardi ebbe modo d’inserirsi nella vita parigina prima e poi di Cannes negli anni del Secondo impero francese e ancora durante la guerra franco-prussiana.
Sposò una donna americana figlia di un banchiere di Wall Street e si trasferì negli Stati Uniti d’America. Nel Territorio del Dakota fondò una città che porta il nome della moglie: Medora. Fu imprenditore nel campo del confezionamento delle carni con l’appoggio finanziario del suocero. L’iniziativa risultò fallimentare e addossò la colpa ai commercianti israeliti.
Poco dopo sperperò i suoi averi in India e in Nepal dove si recò per un safari. Tentò la costruzione di una ferrovia nell’Indocina francese. Fallì ancora una volta e ne dette la colpa alla massoneria francese. Prese parte alle vicende della Terza Repubblica francese facendosi promotore di attività antisemite e affiancando l’inquietante ideologo Édouard Drumont.
Infine approdò in Tunisia, poi in Tripolitania e in Algeria dove fomentò ancora una volta l’antisemitismo. Fu ucciso dai Tuareg prima di partire per la personale avventura coloniale che avrebbe dovuto portarlo ad allearsi con il fondamentalismo islamico.
Antoine Manca fu uno dei precursori del fascismo: si situa infatti tra George Sorel, Maurice Barrès e Reneé Quinton.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Antonio Areddu

Il marchesato di Mores: Le origini, il duca dell’Asinara, le lotte antifeudali, l’abolizione del feudo e le vicende del marquis de Morès (Su fraile de s'istòricu)

Il marchesato di Mores: Le origini, il duca dell’Asinara, le lotte antifeudali, l’abolizione del feudo e le vicende del marquis de Morès (Su fraile de s'istòricu) di Antonio Areddu Condaghes

L’autore indaga sulle origini del Marchesato, per poi analizzare le agitazioni antifeudali della seconda metà del Settecento e la successiva svolta moderata. Al centro degli avvenimenti il duca dell’Asinara – don Antonio Manca y Amat – e le relative dinamiche antifeudali nei suoi feudi: le baronie d’Ardara e di Ossi, la contea di San Giorgio, il ducato dell’Asinara e Piana e i marchesati di ...