Hai Fatto La Brava?: Hai Fatto La Brava?

Quando l'opportunità incontra il piacere...

"Sei eccitata, Elena?"
Il mio intero essere si bloccò all'intima domanda, ed i miei occhi si spalancarono. Ho immaginato che fosse come si sentiva un cervo quando incontrava i fari di un'auto. Lotta o fuga? Lotta o fuga? Combatti o ...
"Il tuo polso sta correndo". Lo sguardo di Dario si intensificò - se possibile - quando mi passò il pollice sullo zigomo. Ho piagnucolato più forte. Inclinò la testa, quella fossetta spuntò fuori, concentrandomi su di essa ... sulle sue labbra che si divisero di nuovo. "Mi chiedo ... cosa pensi delle mie risposte? Stavi rispondendo da sola mentre le leggevi?"
La mia lingua scivolò fuori e mi leccai le labbra al pensiero di alcune di quelle domande. O piuttosto, a come aveva risposto. Avevo delle domande su alcune di loro, ma non avevo il coraggio di dar loro voce. Ho scoperto che potevo sbattere le palpebre, anche se molto lentamente. Che potevo respirare di nuovo. E poi il mio cervello mi ha detto che il motivo per cui ero rilassata era probabilmente perché mi stava ancora accarezzando la guancia con un tocco più leggero, con il palmo caldo contro il collo.
"Ricordo ..." disse, fermandosi a leccarsi le labbra, "che non ti piace essere presa in giro, è un peccato, ci si può divertire molto, ma non voglio farti arrabbiare. "
Prima che potessi elaborare le sue parole, la sua bocca si abbassò sulla mia, interrompendo il mio respiro, soffocando il mio gemito mentre la sua mano avvicinava la mia testa. Le mie mani strinsero più forte il bordo della scrivania fino a quando l'altro braccio mi si spezzò sulla schiena e mi tirò su.
Mi ha sostenuta, le sue labbra accarezzavano le mie. Le sue dita si flettevano alla base del mio cranio, il suo pollice continuava a fluire avanti e indietro sulla mia guancia. La sua lingua è stata persuasiva fino a quando non ho liberato la mia mascella.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Anna Brandi

Il Dom 2: La Triade

Il Dom 2: La Triade di Anna Brandi

Si spinse con rabbia attraverso la porta del suo ufficio e la richiuse con un colpo dietro di sé. Il suo livello di frustrazione si era ridimensionato alla velocità della luce grazie allo stronzo con la frusta, e aveva bisogno di un minuto per calmarsi prima di scatenarsi come un elefante pazzo. Il costante e alto livello di testosterone nel suo flusso sanguigno stava rimescolando il suo ...

Il Dom

Il Dom di Anna Brandi

"Sei stata brava stasera, pasticcino di zucchero," l'abbracciò, baciandole la testa. Eddie era alto, biondo e quasi troppo bello per quelle parole. Ricordava a Terry un cowboy incrociato con una top model, trasudando sesso e carisma ad ogni mossa compiuta dal suo corpo perfettamente formato. L'uomo era stato costruito per scopare, pensò, e non per la prima volta. Peccato che il suo cancello non...

Maliziosa Susy

Maliziosa Susy di Anna Brandi

Susy entrò nella vasca, tirò la tenda e cambiò il getto dell'acqua. I getti dell'ugello le punsero leggermente il collo e la parte superiore del torace. Tornò indietro e lo spruzzo trovò il seno e i capezzoli. Sibilò piano e fece oscillare lentamente le spalle avanti e indietro. I getti diedero dolori ai capezzoli in pochi minuti e il calore aumentò nel suo sesso. Con un sorriso, si voltò e ...

I Miei Sconci Pensieri

I Miei Sconci Pensieri di Anna Brandi

Quando è proprio ciò che non dovresti...che vuoi...

Le Ali Del Diavolo

Le Ali Del Diavolo di Anna Brandi

L'intero corpo di Ettore premeva il suo nel letto. Le teneva le braccia dietro la schiena con una mano, l'altra spingeva la testa contro il letto con forza sufficiente a sottomettere i suoi movimenti. "Non ho proprio capito come hai fatto." Oooooohhhhhh cazzo è proprio sopra di me. Troppo. Sentì il calore divampare tra le sue gambe. Troppo ... lo sa perfettamente ... Non può non sapere, deve ...

Ogni Goccia Del Tuo Piacere

Ogni Goccia Del Tuo Piacere di Anna Brandi

Infilo i pollici ai lati del mio perizoma e senza rompere il contatto visivo, mi piego in avanti in vita per tirarlo giù fino ai piedi. Mi raddrizzo. I nostri occhi sono ancora incollati, esco dalla biancheria intima e dalla gonna e do calci sia al mio top che alla mia borsetta. Mi alzo, ancora con le scarpe addosso e con i piedi leggermente divaricati, le mani ancora ferme ai fianchi, le ...