New Design: “L’Estetica Globale i database e l’ibridazione mediale"

BIANCA FASANO Sessione di Laurea: SETTEMBRE 2011
Relatore: Chiar.mo Prof. Guelfo Tozzi Correlatore: Dr. Stefano Perna
Titolo Tesi: New design: “L’estetica globale i database e l’ibridazione mediale”
Abstract
Il mondo si modifica continuamente e la società, in ogni sua espressione, deve necessariamente adeguarsi alle molteplici novità che l’uso del computer e ancor di più l’inserimento in una rete globale, quale il WEB consente e invita a conoscere, così come è provato ad esempio dal fatto che l’Unesco abbia deciso che divengano “Patrimonio dell'umanità” anche alcuni siti prescelti allo scopo. Si tratta di Siti, molti dei quali italiani, scelti con la motivazione di sintetizzare le meraviglie di luoghi, da tutelare e valorizzare.
A partire dalle idee sviluppate da Manovich nel suo “Il linguaggio dei nuovi media” e in particolare da quella del database come nuova forma simbolica, si è inteso in primo luogo chiarire che cosa dobbiamo intendere oggi con il termine “new media."
Tali mutamenti sono entrati di forza nella nostra quotidianità; sono stati quindi analizzati i procedimenti attraverso i quali ciascuno li utilizza nel modo più pieno così da poter affermare che questi media si vanno impadronendo della nostra realtà fino a trasformare le nostre oggettività, le nostre abitudini, per penetrarvi, divenendo, quasi in sordina, necessari al nostro vivere di ogni giorno.
Ci si è soffermati sui database e ai loro vari utilizzi nella società, dedicando attenzione ai metodi e criteri sia dei new media sia degli stessi database in ragione dei quali abbiano modificato o stiano modificando in itinere i nostri percorsi di vita. La penetrazione dei new media ha investito anche il concetto stesso di arte, modificandolo o quantomeno ampliandolo e creando, con il loro svilupparsi e coniugarsi, nuovi mezzi di espressione e altri ancora rendendoli potenzialmente possibili grazie a tecnologie sempre più innovative, fino a configurare quello sviluppo globale, che Pierre Levy chiama intelligenza collettiva.
Non si è rinunciato a dedicare un certo spazio ai lati negativi della “rete”, quali il “digital devide e al fatto che esista una economia globale di tipo criminale, interconnessa in tutto il mondo che è un fenomeno nuovo ma oggettivamente presente valutato, secondo il Fondo monetario internazionale (FMI) in un giro di affari corrispondente a circa 1500 miliardi di dollari nel mondo, ossia quanto il PIL del Regno Unito. Questa nuova criminalità è, in effetti, anche favorita dal fatto che già nel 1994 il numero di computer venduti aveva superato quello delle televisioni e che gli utenti di internet in tutto il mondo aumentano ogni mese di otto milioni di unità, per contro, la capacità di controllo e di uso sicuro del computer procede più lentamente.
Ci si è occupati anche del sampling, ossia dell'impiego di elementi già disponibili nei new media art grazie alle tecnologie innovative, come Internet e i software di editing... (...)

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Bianca Fasano

Salire in sella: Racconto

Salire in sella: Racconto di

Un mio nuovo racconto (i racconti sono brevi) gratis per i prossimi due mesi sui link che permettono il gratuito. La speranza è che il lettore, dopo avere scorso, spero con interesse, le poche pagine di questa storia, si guardi intorno sul Web e si renda conto che vi sono molti miei scritti, su argomenti differenti, che attendono di essere letti. Mi farebbe piacere, inoltre, che un lettore ar...

La grafia dell'amore e dell'odio ed altri metodi di conoscenza dell'essere umano.: Parte III Conoscere se stessi e gli altri Vivere meglio con se stessi ... intervento di MR scientist Fabrizio Fasano

La grafia dell'amore e dell'odio ed altri metodi di conoscenza dell'essere umano.: Parte III Conoscere se stessi e gli altri Vivere meglio con se stessi ... intervento di MR scientist Fabrizio Fasano di

Riconoscere i segni. La comunicazione non verbale. -"Lei capiva meglio il linguaggio di suo figlio appena nato. Forse perché lui non mentiva: caldo, freddo, fame, sonno, paura di silenzio, voglia di coccole. Il suo linguaggio era chiaro. Quello di Valeriano invece sfuggiva: gelosia era amore o odio? Freddezza era disinteresse o stanchezza? Passione era rabbia o paura?"- (Da: Quel magico mon...

La grafia dell'amore e dell'odio ed altri metodi di conoscenza dell'essere umano.: Parte III Conoscere se stessi e gli altri Vivere meglio con se stessi ... intervento di MR scientist Fabrizio Fasano

La grafia dell'amore e dell'odio ed altri metodi di conoscenza dell'essere umano.: Parte III Conoscere se stessi e gli altri Vivere meglio con se stessi ... intervento di MR scientist Fabrizio Fasano di

Riprendiamo il nostro discorso sulla grafologia. Nella prima parte già pubblicata di questo lavoro,ho trattato di una serie di persone del passato e del presente, definendo più o meno approfonditamente la loro biografia e dando - in modo differentemente limitato - una chiave di lettura attraverso le grafie, prima di cominciare a trattare, nella seconda parte del lavoro (la presente), il tipo d...

Theodore Robert (Cowell) Bundy il Killer che affascinava: Vita e grafia.

Theodore Robert (Cowell) Bundy il Killer che affascinava: Vita e grafia. di

Lo scritto "Theodore Robert (Cowell) Bundy il Killer che affascinava. Vita e Grafia", è tratto dal mio libro di grafologia “La grafia dell’amore e dell’odio ed altri metodi di conoscenza dell’essere umano Parte I”, in cui ho inserito, tra le “grafie dell’odio”, anche uno studio di quella di Theodore Robert (Cowell) Bundy, un pericolosissimo killer sfuggito per anni ed anni dall’essere fermato, ...

"L'ingenua": Racconto breve.

"L'ingenua": Racconto breve. di

Un mio racconto (i racconti sono brevi), in regalo, come un “assaggio” di conoscenza, sui link che permettono il gratuito. Per chi voglia leggere più a lungo ci sono molti miei lavori sul web. L’ingenua è una storia fresca di scrittura. Parla di una donna che, forse, non sapeva vedere ciò che le accadeva, troppo presa a vivere ciò che era necessario vivere. Una donna non più giovane, colt...

"Tre interviste impossibili": A: Gaetano Fasano, Anna Marchesini e Alan Mathison Turing.

"Tre interviste impossibili": A: Gaetano Fasano, Anna Marchesini e Alan Mathison Turing. di

L'idea di scrivere questa intervista ad Anna Marchesini che è nata dall'incontro in un ristorante del Vomero, con l'attore Massimo Lopez. Avrei voluto abbracciarlo, per ringraziarlo della sua capacità di farci ridere, con ironia e intelligenza.La cosa che considero più straordinaria nella vita di una scrittrice (di un’artista in generale), è la possibilità di giocare con la fantasia.Non solo qu...