Madre notte

Il libro è il racconto in prima persona di un americano trasferitosi con la famiglia in Germania dopo la prima guerra mondiale, che vi resta anche dopo la presa del potere di Hitler e diventa la voce della propaganda nazista di Goebbels per gli Stati Uniti. All'inizio e alla fine del libro il protagonista si trova in una prigione israeliana, in attesa di processo per crimini di guerra, lì ripensa alla propria vita e decide di scrivere le sue memorie. Il racconto, presentato come un autentico documento storico, risulta un'attuala riflessione sulla guerra, la violenza e le loro cause. Dal libro, pubblicato nel 1961, è stato tratto anche un film interpretato da Nick Nolte nel 1996.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

L’apparenza e la realtàIl Consigliere Letterario

La prosa di Kurt Vonnegut non ha confini, abbraccia l’universale. È genialmente grottesca, certo, è ironica, beffarda, perfida, ma è soprattutto stralunata. Sembra che Vonnegut riesca ad affrontare ogni argomento, anche il più drammatico, con un’alzata di spalle e un sorriso disarmante; e che in tal modo riesca a disinnescarne la pericolosità, a esorcizzarne fantasmi e paure. Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per rispondere.

Altri libri di Kurt Vonnegut

Ghiaccio-nove

Ghiaccio-nove di

Uno scrittore decide di scrivere un libro sul giorno in cui è statasganciata su Hiroshima la prima bomba atomica. Si intitola Il giorno in cuiil mondo finì ed è centrato sull'idea di descrivere cosa stesserofacendo alcuni scienziati nucleari nell'esatto momento in cui avveniva lacatastrofe. Attraverso una corrispondenza con i tre figli dell'ormai defuntoFelix Hoenniker, il premio Nobel che ha c...

Dio la benedica, dottor Kevorkian

Dio la benedica, dottor Kevorkian di

Brillanti e corrosive: le «interviste impossibili» di un maestro indimenticato dell'umorismo nero.Kurt Vonnegut, irresistibile «inviato speciale nell’aldilà», conduce ventuno interviste immaginarie con scrittori, scienziati, personaggi storici, ma anche con donne e uomini comuni che si sono resi protagonisti di piccoli straordinari atti di eroismo.Cosa pensa realmente Adolf Hitler dell’Olocaust...

Il grande tiratore

Il grande tiratore di

Il rampollo di una ricca famiglia di Midland City, nell’Ohio, Otto Waltz, viene mandato a Vienna per iscriversi alla celebre Accademia di belle arti. Otto è fermamente convinto di avere un grande talento artistico, ma non la pensano così i professori dell’accademia, che non lo ammettono nemmeno ai corsi. Identica bocciatura affligge uno sbandato austriaco di nome Adolf Hitler, che Otto prende s...

Ricordando l'Apocalisse (I narratori)

Ricordando l'Apocalisse (I narratori) di

Dodici racconti inediti, introdotti e raccolti dal figlio Mark, nei quali si rivede il Vonnegut che conosciamo: spiritoso, vivace, caustico, con una particolare attenzione al tema della guerra e agli immensi dolori che tutti i conflitti infliggono all’umanità.

Mattatoio n. 5

Mattatoio n. 5 di

Verso la fine della seconda guerra mondiale Vonnegut, americano di origine tedesca, accorse con tanti altri emigranti in Europa per liberarla dal flagello del nazismo. Fatto prigioniero durante la battaglia delle Ardenne, ebbe la ventura di assistere al bombardamento di Dresda dall'interno di una grotta scavata nella roccia sotto un mattatoio, adibita e deposito di carni. Da questa dura e incan...