I Malavoglia: Edizione Integrale

Pubblicato nel 1881, I Malavoglia è il romanzo più conosciuto di Giovanni Verga, grande romanziere siciliano, nonchè maestro del verismo italiano. Narra le vicende dei Toscano, laboriosa famiglia di pescatori di Acitrezza, i cui membri sono conosciuti come Malavoglia. Tra le pieghe della storia di queste persone semplici - per Verga i Vinti - assistiamo a episodi più ampi della Storia d'Italia. La vicenda, infatti, è ambientata all'indomani dell'Unità, e gli accadimenti storici continuano ad alternarsi alle vicissitudini tragiche e incessanti dei membri della famiglia Toscano, primo fra tutti 'Ntoni, che passa dall'essere pescatore, a soldato del Regno, a deluso dalla vita, a contrabbandiere. Lo sguardo di Verga mostra, impietoso ma non compiaciuto, lo squallore di una vita che poteva essere e non è stata. Una vita che, forse, non è solo quella di 'Ntoni e degli altri personaggi, ma quella di un Paese intero.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Giovanni Verga

I Malavoglia con espansione online (annotato) (I Grandi Classici Multimediali Vol. 12)

I Malavoglia con espansione online (annotato) (I Grandi Classici Multimediali Vol. 12) di

Il volume si segnala per la ricchezza dell'apparato di note a corredo del testo e per le espansioni multimediali che permettono collegamenti a siti esterni, contributi audiovisivi, immagini e altri documenti digitali. Tali risorse on-line implementano notevolmente le potenzialità dell'edizione e danno al lettore la possibilità di compiere approfondimenti tematici, riflessioni storiche e linguis...

La roba

La roba di

"La roba" è una novella di Giovanni Verga pubblicata nel 1883 che fa parte della raccolta Novelle rusticane.In questa novella il contadino Mazzarò viene descritto come un uomo basso e con una grossa pancia, "ricco come un maiale" (similitudine che rappresenta anche la sua avidità di ricchezza) che aveva la testa simile a un brillante (per rappresentare l'intelligenza). Egli finisce, piano piano...

Rosso Malpelo

Rosso Malpelo di

"Rosso Malpelo" è una novella di Giovanni Verga, che comparve per la prima volta su Il Fanfulla nel 1878 e che venne in seguito raccolta e pubblicata nel 1880 insieme ad altre novelle uscite nel 1879-1880 in "Vita dei campi".La novella narra di un ragazzo abituato a lavorare in una cava, inasprito dai pregiudizi per via dei suoi capelli rossi. L'unico affezionato a lui è il padre, che muore nel...

Verga. Una peccatrice (LeggereGiovane)

Verga. Una peccatrice (LeggereGiovane) di

Pietro Brusio, un giovane di Catania, studente di legge e con passioni letterarie, si innamora perdutamente di una donna incontrata casualmente durante una passeggiata ai giardini pubblici della città. La donna si chiama Narcisa Valderi ed è la moglie del conte di Prato. Lei, però, non sembra accettare la corte assidua del giovane che, desideroso di riscattarsi, compone in breve tempo un dramma...

Verga. La lupa (LeggereGiovane)

Verga. La lupa (LeggereGiovane) di

È molto interessante la tipologia del personaggio femminile che Verga dà a "La Lupa": una tipologia femminile molto diversa dagli altri personaggi femminili in altre novelle del Verga. È una donna quasi stregonesca e demoniaca con un'alta voracità sessuale: la protagonista infatti arriva ad adescare un giovanotto, che riesce a convincere a sposare la figlia solo per poterlo avere in casa con sé...

Storia di una Capinera

Storia di una Capinera di

La protagonista del romanzo è Maria, all'epoca diciannovenne, rimasta orfana di madre da bambina e rinchiusa all'età di sette anni in un convento di Catania, destinata a diventare monaca di clausura per motivi di indigenza economica (il padre è un «modestissimo impiegato»). A causa dell'epidemia di colera, che nel 1854 colpì la città siciliana, Maria ha l'occasione di trasferirsi nella casetta ...