La nebbia del male

La storia si sviluppa intrecciando elementi di fantascienza a elementi noir e intercalando, tra questi, alcuni istanti di ironia al fine di allegerire la narrazione.
Gli eventi si svolgono interamente nello spazio di un'enorme metropoli, in un arco temporale di due giorni.
Il racconto presenta una breve introduzione in cui il lettore viene inserito nell'atmosfera sinistra e misteriosa che regna sulla città, descrivendo la materia sconosciuta che da otto anni la avvolge e sottolineando le conseguenze che la sua comparsa ha provocato: dagli aspetti climatici più immediati alle profonde trasformazioni che si sono innescate nella società.
A questa nuova condizione di vita della popolazione cittadina, si è aggiunto, di recente, un ulteriore problema. Una serie di atroci ed immotivati delitti vengono perpetrati da persone che sembrano incapaci di ogni minima forma di autocontrollo, tanto da spingere gli agenti a dover ricorrere alla soluzione più drastica per fermarli. Dall'autopsia eseguita su questi inusuali criminali, si riscontra, nell'encefalo, la presenza di una misteriosa massa nera, dalla quale parte un intrigo di ramificazioni che avvolgono le componenti cerebrali.
Un brillante scienziato viene chiamato a svolgere un'indagine e, per riuscire a fare luce su questi misteri, sarà costretto a muoversi tra laboratori super attrezzati e squallide zone malfamate ed emarginate, in un crescendo di pericolosità.
Mentre la narrazione dipende dalle necessità dell'immaginazione, l'idea nasce da fatti realmente accaduti in cui inquinamento e criminalità si sono incontrati per dare vita ad affari lucrativi, provocando danni ambientali e morti premature.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli