L'alba di un nuovo giorno (Halloween Nights)

Compra su Amazon

L'alba di un nuovo giorno (Halloween Nights)
Autore
Carmine Cantile
Editore
Delos Digital
Pubblicazione
24 febbraio 2015
Categorie
RACCONTO (21 pagine) - HORROR - Per un motivo sconosciuto, l'uomo capì di essere stato sepolto vivo. "Un racconto accattivante a metà strada tra Edgar Allan Poe e Kealan Patrick Burke"- Horror Magazine

Quando un uomo, al risveglio, intuisce di essere stato chiuso in una cassa da morto, per un motivo sconosciuto, avrà inizio per lui uno fra gli incubi peggiori in cui ci si potrebbe imbattere da vivi: il seppellimento prematuro. Superato l'inevitabile disorientamento iniziale, l'uomo cercherà in tutti i modi di tirarsi fuori dalla surreale situazione, tentando contemporaneamente di costruire mentalmente il mosaico degli accadimenti che l'hanno catapultato in quell'incubo. E quando alla fine, dopo incredibili peripezie e stati d'animo altalenanti, anche l'ultima tessera del mosaico avrà guadagnato il suo posto, l'uomo farà appena in tempo a intuire che l'orrore appena vissuto altro non è che il principio di un incubo ancora più terrificante...

Carmine Cantile, architetto casertano con la passione per il macabro, il thriller, il noir e la narrativa  fantastica di  H.P.Lovecraft e di E.A.Poe ha al suo attivo svariati racconti di genere horror pubblicati in antologie di importanti editori; tra gli ultimi lavori, il racconto breve "La catena di Sant'Antonio" è stato pubblicato nella "365 Racconti horror" "per un anno" edita da Delos Books. L'autore spera, un giorno, di riuscire a scrivere un thriller psicologico surreale che si ostina a rimanere confinato nelle sue fantasie.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Carmine Cantile

Il casolare degli orrori

Il casolare degli orrori di

Una sensazione claustrofobica si insinuò fra i suoi pensieri. Simile a un tarlo, nutrendosi delle sue paure, scavò nei recessi della mente fino a raggiungere l'apice quando tentò di portarsi le mani al volto per liberarsi del cappuccio. Un agghiacciante tintinnio metallico le anticipò la terribile verità: era legata, mani e piedi, a una superficie dura e insolitamente liscia. Incatenata, a di...