Viziosa

"Ti piace essere sculacciata, Dyrna?"
I suoi occhi si spalancarono e lei si girò leggermente sul letto. "A volte", ha detto.
"Giorgia usa mai una frusta o una cinghia su di te?"
Lei esitò. "Sì, signore, ha una piccola frusta che chiama frustina, punge davvero molto".

In quel momento desiderai avere alcuni giocattoli BDSM da usare su di lei, ma purtroppo dovevo accontentarmi di ciò che mi era disponibile. Mi alzai e lentamente tolsi la mia ampia cintura di pelle. Quando l'ho ripiegata su se stessa, si è trasformata in un cinturino dall'aria malvagia. Lo schiaffeggiai clamorosamente contro il mio palmo e le parlai con voce severa.
"Questa pungerà peggio della piccola femminuccia di Giorgia, e non esiterò ad usarla su tutte le parti del tuo corpo se disobbedisci".
Rabbrividì. "Capisco, signore, ti obbedirò."
Mi sono seduto di nuovo e ho volutamente alzato la sua gonna per esporre le sue mutandine. Diede un piccolo ansito, ma rimase immobile. Ho quindi usato il mio indice destro per iniziare a sondare la sua figa attraverso il tessuto setoso. Volevo farle sapere che potevo toccarla ovunque volessi.
"Ahh .." Emise un piccolo gemito e chiuse gli occhi. Potevo sentire il suo calore e l'umidità sul mio dito.
"Be ', sei una piccolissima cosa", la stuzzicai. "Vediamo di cosa sono fatti questi grandi rigonfiamenti sotto la camicia."

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Stefano Brizzi

La Tempesta

La Tempesta di Stefano Brizzi

All'improvviso ero tra le sue braccia, circondato da un dolce profumo che non avevo notato prima. Era passato molto tempo da quando avevo tenuto una donna così. Lenore stava bene tra le mie braccia. Il suo profumo e il suo corpo caldo contro il mio mi fecero girare la testa. Sfortunatamente, ci vollero solo pochi secondi per mostrare la mia eccitazione. Provai a tirare indietro i fianchi, ma ...

La Ragazza Di Campagna

La Ragazza Di Campagna di Stefano Brizzi

Quando i nostri occhi si incontrarono il suo respiro sembrò lasciare il suo corpo di corsa. Il suo viso era di forma ovale con un mento delicato e le labbra rotonde e piene appollaiate sopra. Le poche lentiggini facevano quasi brillare la sua pelle chiara e cremosa e con il viso stretto nel mio palmo arrossì completamente, rendendosi ancora più bella. La sua bocca si aprì leggermente e il suo ...

Ricordi Erotici

Ricordi Erotici di Stefano Brizzi

Si leccò il dito indice dell'altra mano e lo sfiorò leggermente sul bocciolo gonfio. I muscoli del suo stomaco si contrassero e i suoi fianchi si inclinarono verso l'alto mentre lo faceva, un lieve gemito le arrivò sulle labbra. "Potrei venire così facilmente in questo momento, con te che mi guardi farlo." Sussurrò affannosamente, con il dito sospeso sul bocciolo ma non si mosse per toccarlo di...

Il Nostro Tempo Insieme

Il Nostro Tempo Insieme di Stefano Brizzi

Cominciarono anche a giocare piccoli giochi l'uno con l'altro, cercando di accendere la scintilla che avevano provato una volta. Avevano iniziato con obbligo o verità, scambiandosi reciproche mansioni maliziose o rivelando reciprocamente i loro sentimenti e desideri più profondi. Fecero anche un gioco in cui ognuno aveva scritto una serie di fantasie o desideri. Trovarono i giochi audaci e ...

Ricatto Gay

Ricatto Gay di Stefano Brizzi

Mi sono svegliato sentendo squillare il telefono. Aprii gli occhi e guardai l'orologio. Le 20:55. Chi diavolo stava rompendo le palle? Ho risposto. Era Paolo. Mi disse che lui e Aldo avevano un problema e che sarebbe stato meglio andare alla casetta delle guardie per dare un'occhiata. Gli ho chiesto se potesse gestire da solo e lui mi ha detto che non sapeva come fare. Frustrato che dovessi ...

Due Storie Sexy

Due Storie Sexy di Stefano Brizzi

Ero scioccato. Le dolci signorine non si comportano in questo modo. Sospetto che Stella abbia colto la mia sorpresa mentre procedeva a spiegare. "Guardami," disse lei. "Sono giovane e sono bella, ho una grande personalità e ottime capacità sociali, ho amici a bizzeffe, ma è tutto ciò che sono, amici. I bravi ragazzi mi guardano e pensano di essere fuori dalla mia portata e non cercano di uscire...