Repubblica o sulla giustizia

Nella Repubblica Platone ci presenta la maestosa architettura di uno “stato ideale” dove l’idea di giustizia è l’assoluto criterio sia della vita collettiva sia di quella individuale.

Attraverso il ricchissimo inventario dei suoi dieci libri, questo splendido dialogo riepiloga e mette in discussione ogni aspetto della vita organizzata e del sapere della polis greca. Qui, arte, scienza e religione vengono sottoposte allo sguardo critico del filosofo e condotte dal buio quotidiano dell’esistenza all’eterna luce della ragione. Ma la Repubblica non è solo la prima e più famosa “utopia” della storia. Essa, infatti, è il progetto originario – il vero e proprio “atto costitutivo” – della nostra civiltà occidentale.

In uno stato ideale l’idea di giustizia è l’assoluto criterio di governo sia della vita collettiva sia di quella individuale.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Platone

Simposio - Apologia di Socrate (Ennesima)

Simposio - Apologia di Socrate (Ennesima) di

Nelle due opere Socrate è chiamato a recitare in due scenari completamente diversi: da un lato l'atmosfera ilare e festosa di un simposio, dall'altro l'aria greve e fitta di tensioni di un'aula del tribunale. Circostanze tanto differenti fra loro, in cui Socrate si mantiene fedele a se stesso; ed è proprio la sua figura ad unire due occasioni così distanti.

Dialoghi politici/Lettere (Classici della religione)

Dialoghi politici/Lettere (Classici della religione) di

La filosofia di Platone (428 o 427 a.C. – 348 o 347 a.C.) ha rappresentato il punto di riferimento di una lunghissima tradizione, costituendo le basi del pensiero occidentale. La parte più importante della sua opera è costituita dai dialoghi, che hanno dato molto da fare alla critica moderna, per quanto riguarda l'ordinamento cronologico e l'esclusione dei dialoghi non autentici. Oggi Utet ripr...

Dialoghi filosofici (Classici della religione)

Dialoghi filosofici (Classici della religione) di

La filosofia di Platone (428 o 427 a.C. – 348 o 347 a.C.) ha rappresentato il punto di riferimento di una lunghissima tradizione, costituendo le basi del pensiero occidentale. La parte più importante della sua opera è costituita da dialoghi, che hanno dato molto da fare alla critica moderna, per quanto riguarda l'ordinamento cronologico e l'esclusione dei testi non autentici. Oggi Utet ripropon...

Dialoghi spuri (Classici della religione)

Dialoghi spuri (Classici della religione) di

La filosofia di Platone (428 o 427 a.C. – 348 o 347 a.C.) ha rappresentato il punto di riferimento di una lunghissima tradizione, costituendo le basi del pensiero occidentale. La parte più importante della sua opera è costituita dai dialoghi, che hanno dato molto da fare alla critica moderna, per quanto riguarda l'ordinamento cronologico e l'esclusione dei testi non autentici. Oggi Utet ripropo...

LA DIFESA DI SOCRATE: Traduzione, note e commenti di Gianluca Ricci (Classici Greci Vol. 1)

LA DIFESA DI SOCRATE: Traduzione, note e commenti di Gianluca Ricci (Classici Greci Vol. 1) di

APOLOGIA DI SOCRATE. "Una vita senza ricerca non è degna di essere vissuta dall'uomo". Scritto giovanile di Platone (IV a. C) riproduce l'accorata autodifesa del suo maestro Socrate nel tribunale di Atene. Un classico della filosofia e della letteratura di tutti i tempi. Traduzione, note e commenti di Gianluca Ricci. Versione elettronica ridotta.

Politico

Politico di

SOCRATE: Ti devo molta riconoscenza, Teodoro, per avermi fatto conoscereTeeteto e nello stesso tempo anche lo straniero. (1)TEODORO: Presto, Socrate, mi ringrazierai tre volte tanto, non appena essiti avranno tratteggiato sia la figura del politico, sia quella del filosofo.SOCRATE: Bene. In questo modo, caro Teodoro, diremo di aver ascoltato ci•dalla persona pi— capace per quanto riguarda i cal...