L'Archeologo di Dio

Il personaggio di Nelson, presente in questo romanzo, è realmente esistito: Nelson Glueck vissuto dal 1900 al 1970, il quale per tutta la vita si è speso per trovare conferme e prove archeologiche a conferma della Bibbia. Ispirandosi al filone dell'archeologia americana, l’autore inventa un nuovo Nelson, stavolta Mills, del quale si racconta la vita dal 1925 al 1965 attraverso viaggi avventurosi e fantastici, dall'esodo biblico, passando dall'esoterismo nazista durante il 1945, per finire alla ricerca di un gesuita scomparso nelle montagne. Avventura, suspense, mistero, viaggi nel tempo, soprannaturale vissuto senza eccedere, cammino della fede, indagini, e altro in un romanzo originale che inserisce una vera "saga del personaggio” che il lettore segue nella sua vita in tre avventure psico-religiose. Con molti risvolti di contorno, la teologia, il paesaggio sociale, la realtà autentica come la camorra a Napoli o il narcotraffico in Messico. Si tratta quindi di romanzo che racconta tutta la vita del personaggio con un titolo inequivocabile. L'autore, sin dall'inizio si pone le stesse domande del lettore, rispetto agli avvenimenti fantastici vissuti. Una lettura che non ha riscontri violenti che mantiene il giusto pathos che serve a raccontare e vivere le vicende, i cambi di scena con l'arcano che domina sempre. L'archeologia descritta parte dal Dio punitivo per arrivare al Dio che si fa amare, come indagine fondamentale dove si capisce il senso archeologico della vera religiosità. Una particolarità è legata a come nasce tutto questo: l'autore ha recuperato dieci paginette scritte a mano di appunti giovanili che introducevano il personaggio e come se avesse recuperato il cammino di fede di 40 addietro lo sviluppa in età adulta.

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Roberto De Giorgi

Taranto it's my life

Taranto it's my life di

Taranto anni 60-80, un ventennio che ha significato molto per una città che, come tutto il Paese, si accingeva al boom economico e alla ripresa dopo la depressione post-bellica. L’obiettivo della industrializzazione del Mezzogiorno partì dalla scelta di fare della città di Orazio e Virgilio, del capoluogo della cultura Magno Greca, la capitale europea dell’acciaio.  Quanto questa sia...

Parole e tempo su binari paralleli

Parole e tempo su binari paralleli di

Questo libretto lo dedico a lei al mio amore di oggi che ho spesso idealizzato nel passato quando, rimasto solo dopo un disastro matrimoniale e la perdita di un amore ho passato notti insonne a fantasticare. Sono poesie scritte di getto e non riviste, alcune per me belle, altre brutte, ma sono la registrazione di uno stato d'animo. Le scrivevo su email con sfondi fantasmatici e musica e le...

dottore! mi si è precarizzata la vita

dottore! mi si è precarizzata la vita di

Oggi si parla molto di lavoro, riforma del suo mercato, ma la precarietà il nostro autore l’ha insegnata ai giovani nei corsi di formazione. Spesso - così racconta - nei corsi di orientamento ha mostrato la sua vita per far raccontare ai ragazzi la loro. Un modo per fare coming out, parafrasando dal movimento omosessuale, dichiarando stavolta la proprietà precarietà come per dire se ce...

Il mio amore col fiore in bocca

Il mio amore col fiore in bocca di

Il vero fiore è il mio amore. Quest'altro è un intruso. Questo è il diario, scritto così, in piedi, in auto, durante il viaggio, nelle sale d'attesa dell'Istituto tumori Regina Elena di Roma, osservando quest'umanità colta nella sua quotidianità inquieta e nella voglia di correre altrove. La scelta di pubblicare questo diario è nata da lei e da me nello stesso momento, pensando di...

Amore & Disamore per Luca

Amore & Disamore per Luca di

Un’autobiografia sentimentale che parte dal paradosso. Stavolta è l’uomo che parla. Spesso bistrattato come colui che fugge dal matrimonio stavolta è la parte debole, mentre il sesso forte sta dall'altra parte. Amore e disamore, dice l’autore, sono la faccia della stessa medaglia, perché nel disamore non cessa l’amore, c’è solo uno che resta e l’altro che fugge. Un’allegoria...

La Croce insanguinata

La Croce insanguinata di

La storia si svolge nel 1945 a Napoli, negli ultimi giorni del secondo conflitto mondiale. I due protagonisti sono Nelson e Sam, due militari americani, il primo professore minerario e archeologo e il secondo fotoreporter. Sono amici dal 1925, anno in cui hanno vissuto un’avventura surreale raccontata nel libro «Nelson e Sam nelle scuderie di Re Salomone». Nelson ora è un maggiore...