Riti di passaggio (Future Fiction Vol. 11)

Compra su Amazon

Riti di passaggio (Future Fiction Vol. 11)
Autore
Giovanni De Matteo
Editore
Futture Fiction - Mincione Edizioni
Pubblicazione
9 ottobre 2014
Categorie
Secoli prima, Triton e Siren, due pianeti gemelli nel sistema stellare Kappa Primo Ceti, erano stati colonizzati da una spedizione terrestre secondo filosofie diametralmente opposte: integrazione con l’ecosistema nativo nel primo caso e isolamento biologico della colonia nel secondo. Le conseguenze di queste scelte si riflettono adesso nello stile di vita e nelle contraddizioni delle due società postumane che si sono sviluppate dagli insediamenti originari dei Precursori.


Per Maya, cresciuta su Siren in una bolla pacifica e isolata dalla natura ostile del pianeta, la Vecchia Terra è solo un vago ricordo appreso nel corso delle lezioni di storia pre-Transito. Ma nel passaggio dall'adolescenza alla maturità la protagonista della storia scoprirà di avere una conoscenza molto limitata anche del pianeta in cui vive. Perché il mondo degli adulti è fatto di compromessi e macchinazioni che mal si accordano con la curiosità tipica della sua età. Insieme alla coetanea Larisa e a 3-Naïme, suo droide e tutore personale, Maya si metterà alla ricerca di qualcosa che la porterà a scoprire i segreti del processo di colonizzazione, proprio mentre la crisi politica su Triton rischia di sconvolgere il sogno utopistico della sua comunità.

"Riti di passaggio" può essere letto sia come una storia di 'formazione' che di 'terraformazione', dove gli elementi rituali scandiscono le varie fasi della genesi di Maya e della storia di Siren. Con uno stile fluido e ricercato, e soluzioni che richiamano alla mente sia la narrativa di anticipazione di Samuel Delany che le estrapolazioni postumane di Greg Egan e Alastair Reynolds, Giovanni De Matteo con questo racconto si conferma essere una delle voci più impegnate e interessanti nel panorama della fantascienza italiana.

L'autore: Giovanni De Matteo è nato a Policoro nel 1981. Laureato in ingegneria elettronica, vive a Bologna e lavora nel settore delle energie rinnovabili. Pubblica racconti dal 2003, collabora con blog, riviste e siti web. Con Sandro Battisti e Marco Milani è uno degli iniziatori del Connettivismo: estensore del manifesto del movimento, considera la fantascienza un laboratorio per analizzare le dinamiche del cambiamento attraverso la prospettiva del futuro, coniugando estrapolazione scientifica, analisi sociologica e sperimentazione linguistica.
Ha vinto il Premio Robot nel 2005 per il racconto “Viaggio ai confini della notte” e il Premio Urania nel 2006 per il romanzo Sezione ?2 (Mondadori, 2007). Ha pubblicato in e-book le novelette "Codice morto" (Kipple Officina Libraria, 2013), "Il lungo ritorno di Grigorij Volkolak" e "Sulle ali della notte" (Delos Books, 2014), e il romanzo breve "Terminal Shock 2184: Labirinti alieni" (Mezzotints, 2013). Il suo ultimo romanzo è "Corpi spenti" (Urania Mondadori, 2014), che riprende le indagini della Sezione Pi-Quadro, un corpo investigativo speciale, attivo nella Napoli del futuro, i cui agenti possono estrarre dai cadaveri i loro ultimi ricordi.
Il suo blog è holonomikon.wordpress.com. Con Salvatore Proietti cura il web magazine www.next-station.org.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Giovanni De Matteo

Il lungo ritorno di Grigorij Volkolak (Robotica.it)

Il lungo ritorno di Grigorij Volkolak (Robotica.it) di

FANTASCIENZA - Aveva dovuto rinunciare alla Trascendenza e tornare in un corpo umano primitivo pur di ritrovarla. Nonostante lei fosse morta da secoli.Ci vuole coraggio ad accettare di essere "downgradato". Eppure Grigorij Volkolak è deciso: per tornare sul suo pianeta d'origine, Arkhangel, deve abbandonare tutte le prerogative della Trascendenza, scollegarsi da ogni rete, rimuovere ogni innes...

Corpi spenti (Urania)

Corpi spenti (Urania) di

Nel 2049 sono cominciate le operazioni della Sezione Investigativa Speciale di Polizia Psicografica, un gruppo di agenti che possono estrarre informazioni dai morti, recuperandone la memoria. Sono i necromanti e il loro uomo di punta, Vincenzo Briganti, ha risolto nel 2059 il caso battezzato ufficiosamente Post Mortem (ma pubblicato su "Urania" come Sezione π_²). Ora siamo nel 2061, anno del ...

Sulle ali della notte (Robotica.it)

Sulle ali della notte (Robotica.it) di

FANTASCIENZA - Gli agenti del programma Ali nella Notte potevano acquisire informazioni nel modo più diretto possibile: la scansione totale della memoria dei loro obiettiviIn prima linea della difesa della grande madre Russia, alla fine del secolo, c'è un corpo di polizia segreto: l'Unità 901. Sono gli "psicomanti", e sono gli esecutori del Programma Ali nella Notte: possono leggere completa...

Codice morto (Capsule Vol. 11)

Codice morto (Capsule Vol. 11) di

Dall'autore del Premio Urania Mondadori Le cose sono cambiate, nella mia vita, da quando ho esplorato "quella" foresta, quei luoghi. E' stato tanti anni fa, e non pensavo certo di rientrarci. Non volevo più saperne delle fluttuazioni caotiche della realtà, dello stravolgimento del tempo, non volevo più ricordare le urla di chi lì dentro c'è morto. Non pensavo di rientrarci...