Il Consigliere Letterario

Piace a 1 persona

A febbraio 2012 ho dato vita a questo blog un po’ per sfogare, condividendola con quante più persone possibile, la mia passione per i libri, un po’ con l’idea di trasformarlo, con il tempo e un pizzico di fortuna, in uno strumento di lavoro.

Dove trovarmi

Le recensioni e gli articoli di Il Consigliere Letterario

Pensieri sulla cometa

Manifesto di una razionalità finalmente compiuta e matura, che rifiuta di essere ostaggio di credenze e paure, che non intende piegarsi all’autorità indiscussa delle verità rivelate e non vuole essere limitata nella propria capacità di indagine, il coraggioso lavoro di Pierre Bayle, per quanto poco conosciuto al di fuori della ristretta degli addetti ai... Continua…

Piace a nessuna persona

Furore (Tascabili)

Il faticoso, estenuante cammino dei derelitti, nella evocativa, splendida scrittura di Steinbeck ha il ritmo di un inesorabile abbandono. Il passato, eredità inutile di generazioni cui la spaventosa, gravissima crisi economica, ferita sanguinante di un mondo che sta cambiando, che muta volto e pelle e che nel farlo sembra dimenticare qualcosa di... Continua…

Piace a nessuna persona

Il falò delle vanità

Se, come penso, la lettura de Il falò delle vanità segnerà l’inizio di una grande amicizia con Wolfe, proseguite con Un uomo vero (la recensione, se vi interessa, la trovate qui) o meglio ancora con Io sono Charlotte Simmons (che recensirò presto), ritratto agrodolce del sistema universitario a stelle e strisce, una macchina perfetta pensata per produrre... Continua…

Piace a nessuna persona

Vicolo del mortaio

Di tutti questi personaggi, e di altri ancora, Mahfuz racconta le vicissitudini; il suo sguardo attento li segue nei pensieri e nelle azioni e così facendo li svela, stando tuttavia attento a non giudicarli, a non emettere condanne, a non distribuire patenti di indegnità o certificati di virtù, ma sfiorando ognuno con umana pietà, esplorando le debolezze... Continua…

Piace a nessuna persona

Ripley Bogle

Opera prima di indiscusso valore, Ripley Bogle è un romanzo da non perdere, una lettura che non lascia indifferenti e che non si dimentica. Continua…

Piace a nessuna persona

Morte a credito

Albe e tramonti intrisi di debolezze, meschinità, viltà, di rimpianti e di miserie, di incomprensibili vergogne e di abissi di depravazione, di nobili e segreti atti di coraggio; e tutte queste cose (il furioso accatastarsi della vita sulle spalle di ogni singolo essere umano) le traduce nella purezza ingenua e primitiva delle parole che si rincorrono per... Continua…

Piace a nessuna persona

Favole (Grandi Classici)

Non è tuttavia esercizio vano, nel rapimento estetico della lettura delle Favole, andare ugualmente alla ricerca di una lezione. La leggerezza del suo linguaggio, la ricchezza delle forme espressive, il rimare giocoso, la perfezione descrittiva, le caratterizzazioni potenti e immediate, che in pochi tocchi si fanno ritratto, sono doni preziosissimi. Continua…

Piace a nessuna persona

Normance (Folio)

Normance è un libro splendido (e una menzione è d’obbligo per la meravigliosa, entusiasmante traduzione di Giuseppe Guglielmi per Einaudi); la sua bellezza è feroce, selvaggia, e non lascia spazio alla speranza. Ancora una volta Céline si dimostra impareggiabile conoscitore d’uomini. È vero, non dobbiamo accettare tutto quel che ci dice, ma non possiamo... Continua…

Piace a nessuna persona

Il giorno della civetta (Gli Adelphi)

Il giorno della civetta non è solo un romanzo magistrale, un capolavoro letterario, un’opera stilisticamente impeccabile; è il patrimonio di tutte le generazioni. E da ogni vecchia a ogni nuova generazione andrebbe trasmesso, come la più preziosa delle eredità. Continua…

Piace a nessuna persona

L'assassinio di Roger Ackroyd (Oscar scrittori moderni Vol. 1503)

L’assassinio di Roger Ackroyd è un piccolo gioiello letterario, un giallo mirabilmente condotto, e forse mai come in questo lavoro la scrittura della Christie ha saputo essere così lieve. Fino al colpo di scena finale, che restituisce l’orrore della morte e ancor più delle ragioni che spingono a uccidere. Continua…

Piace a nessuna persona

Golden Hill

Non c’è requie nel narrare di Francis Spufford; egli, che ama anche vestire i panni nel suo ambiguo eroe inglese Smith (chi è in realtà? Che cosa è venuto a fare in America? E perché ha con sé una lettera di cambio per un ammontare altissimo che nessuno è disposto a pagare, tanto più che a New York non circola praticamente denaro contante e ogni... Continua…

Piace a nessuna persona

JR

Romanzo irresistibile e dirompente, JR è esperimento, esercizio di stile, rappresentazione compiuta e definitiva del sogno americano e sua altrettanto definitiva destrutturazione (un passo più in là della semplice distruzione); è una summa dell’arte e del mestiere di scrivere. È un’opera da non perdere. Continua…

Piace a nessuna persona

La Valle dell'Eden (Tascabili)

La scelta è il lascito di Dio all’uomo cacciato dal Paradiso Terrestre. Tu puoi è quell’angolo d’Eden che egli deve all’infinita misericordia del Padre. Continua…

Piace a nessuna persona

A sangue freddo

Dolente odissea dell’assenza di senso, A sangue freddo è una lettura indimenticabile, un lavoro colmo di una sincerità e di un’onestà talmente cristalline da riuscire quasi insopportabili; è un viaggio verso ciò che della verità (di qualsiasi verità) possiamo toccare che della letteratura ha lo splendore e della nuda parola la forza primordiale. Continua…

Piace a nessuna persona

Danny l'eletto

L’amicizia tra Danny Saunders e Reuven Malter, ragazzi ebrei divisi da approcci diversi alla fede, è un simbolo. Riflette l’anarchica esuberanza e la passione scomposta ma sincera proprie dell’adolescenza, ma soprattutto il conflitto radicale tra ossequio alla tradizione religiosa e apertura alla modernità. Continua…

Piace a nessuna persona

Il libro dei bambini (Supercoralli)

Romanzo familiare che nello svolgersi delle sue 700 pagine narra di più famiglie, tutte in qualche misura imparentate tra loro, romanzo d’avventura che di continuo mescola la finzione metaletteraria con la “verità letteraria” di ciò che accade al di fuori dei libri, romanzo storico che della storia riporta tanto le tragedie quanto le utopiche speranze che... Continua…

Piace a nessuna persona

Aristotele e la giustizia poetica

Chi ha tolto la vita a quelle persone? E perché lo ha fatto? E cosa ha a che vedere, sempre che abbiano qualcosa a che vedere, questi delitti con il rapimento di colei che Aristotele e Stefanos tentano invano di raggiungere? Continua…

Piace a nessuna persona

La ferrovia sotterranea

Romanzo di “testimonianza” e d’avventura, romanzo senza alcun dubbio prezioso, ma più per le finalità che si prefigge che per intrinseca qualità letteraria, La ferrovia sotterranea, che fin dal titolo richiama la sola invenzione narrativa (l’idea, appunto, di una ferrovia sotterranea gestita clandestinamente dagli abolizionisti e offerta come via di fuga... Continua…

Piace a nessuna persona

Berlino ultimo atto

Pubblicato per la prima volta nel 1947, salutato da un grande successo e poi dimenticato per lungo tempo, Berlino ultimo atto è memoria collettiva. Quel che resta di questo libro non ha a che fare tanto con la letteratura quanto con la storia, con il passato e con ciò che non dovrebbe mai smettere di insegnarci. Continua…

Piace a nessuna persona

L'Arminuta

Se ancora non l’avete fatto, leggete L’Arminuta, è un romanzo che non dimenticherete facilmente. Continua…

Piace a nessuna persona

L'educazione sentimentale

E mentre ognuno, al riparo delle proprie meschine viltà, rincorre desideri di poco momento, soddisfazioni destinate a svanire nel momento stesso in cui si fanno realtà, la storia fa il suo corso; la penna di Flaubert allora abbandona di colpo ogni umoristico ricamo, ogni ricercatezza formale e torna a farsi ancella della parola, della sua potenza... Continua…

Piace a nessuna persona

Il paradiso maoista

È una una specie di danza macabra e sterile quella che conducono i tre superstiti dickiani de Il paradiso maoista: è, il loro, un vorticare inerte, come di polvere; è, la loro, metafora di una condizione esistenziale universale. Continua…

Piace a nessuna persona

Dove nessuno ti troverà

Dove nessuno ti troverà è un romanzo potente, di grande intensità emotiva e soprattutto travolgente nella prosa, nella scelta coraggiosa dell’autrice di non narrare “a distanza di sicurezza” ma di lasciarsi toccare, anzi sporcare dai fatti, di prendere posizione, di “non tacere sfruttando le parole altrui”; le voci dei suoi personaggi, infatti, sono la... Continua…

Piace a nessuna persona

Rayuela. Il gioco del mondo

Romanzo, iperromanzo, ultraromanzo, metaromanzo, narrazione che, in cerca di una lingua che non sia eredità di secoli, patrimonio di una cultura, di una civiltà, promessa (o più probabilmente minaccia) di un futuro già accaduto, erode il linguaggio fin quasi ad arrivare a negare se stessa, Rayuela, nella sua dichiarata rinuncia a qualsiasi possibile punto... Continua…

Piace a nessuna persona

Una vita cinese. Trilogia

I tre volumi di Una vita cinese non sono una lettura facile: parliamo di oltre 700 tavole, molto intricate, ricchissime di dettagli, dai nomi (ovviamente) complessi, scritte e disegnate con uno stile affascinante proprio in quanto inusuale, ma che proprio per questo obbligano a una concentrazione diversa da quella richiesta da un graphic novel... Continua…

Piace a nessuna persona

Lonesome Dove

Lonesome Dove è un romanzo indimenticabile, un’epopea magnifica raccontata in modo magistrale. Un’opera che merita di essere considerata un classico, e, nel genere cui appartiene, il western, con ogni probabilità il miglior libro mai scritto. Continua…

Piace a nessuna persona

Le avventure di Oliver Twist (RLI CLASSICI)

E ancora, quanti, abbandonandosi alla seduzione di questo romanzo, hanno apprezzato come merita il puro talento di romanziere di Dickens, la sua capacità di costruire intrecci complessi dove il colpo di scena è sempre dietro l’angolo, dove nulla è ciò che sembra, dove tutto può cambiare in un istante, dove, in una parola, vibra l’imprevedibilità della vita? Continua…

Piace a nessuna persona

Delitto e castigo (eNewton Classici)

Nella trasfigurazione letteraria di Fedor Dostoevskij, dunque, che arriva a dar vita a un “romanzo criminale” per poter raccontare, al di là della tragedia fin troppo umana del mero fatto di sangue, il calvario di un’anima e attraverso esso il fondamento di quel che siamo, il romanzo supera se stesso; il linguaggio, lungi dall’esaurirsi nel compito di dar... Continua…

Piace a nessuna persona

La città e i cani

Romanzo di straordinaria intensità emotiva, carico nel medesimo tempo di dolore e commozione, La città e i cani è una lettura che consuma e ferisce, è un viaggio senza ritorno nell’orrore, nello splendore, nella vita. Continua…

Piace a nessuna persona

Racconti (Grandi Romanzi Corbaccio)

Perfettamente a proprio agio nello spazio definito (ma per nulla angusto) della brevità, dove il superfluo non ha diritto di cittadinanza né la digressione – poco importa quanto elegante sia – può pretendere di farsi ascoltare, Singer, personaggio tra gli altri nei quadri da lui disegnati (in più di un racconto egli è, se non il protagonista, uno dei... Continua…

Piace a nessuna persona

Tutto cambia (La saga dei Cazalet)

È un quadro di sostanziale cupezza quello che Elizabeth Jane Howard delinea in Tutto cambia; in questa sua opera conclusiva le ombre predominano sulle luci, ed è con evidenza quasi brutale che si sottolinea quanto Gli anni della leggerezza (primo volume della saga) siano ormai, nei fatti più che nell’effettivo trascorrere degli anni, lontani e... Continua…

Piace a nessuna persona

L'ombra delle armi

Romanzo, ricostruzione, memoria, denuncia, opus magnum, L’ombra delle armi è, nella sterminata messe letteraria dedicata alla guerra del Vietnam, qualcosa di unico; è un grido di dolore e un frullare d’ali di speranza, è un viaggio nell’abisso e un canto solenne di libertà e giustizia. Continua…

Piace a nessuna persona

Battuta di caccia: Il secondo caso della Sezione Q (Farfalle)

Una storia che ha il respiro e il ritmo del romanzo, che si legge d’un fiato ma che, proprio come un caso reale raccontato sul giornale o in televisione, non offre quasi mai appigli, salvezza, occasioni di speranza. La lotta di Carl Mørck ha il sapore amaro di un risveglio donchisciottesco. Continua…

Piace a nessuna persona

Il complotto contro l'America

Leggendo Il complotto contro l’America e immaginando reale l’incubo descritto in quelle pagine, viene in mente l’esortazione di Karl Popper che è anche la chiava di lettura della sua opera più celebre, La società aperta e i suoi nemici: il prezzo della libertà è l’eterna vigilanza. Quella vigilanza che l’accecante ascesa di Lindbergh ha, nel romanzo di... Continua…

Piace a nessuna persona

La scuola cattolica (Scala italiani)

Che fare allora con le 1293 pagine de La scuola cattolica? Leggerle, mi permetto di rispondere, immergercisi, lasciarsi soffocare, accettare il guanto di sfida lanciato dal suo autore e cercarsi, ritrovarsi nei colpi di maglio della sua (e della nostra) innocenza infranta. Continua…

Piace a nessuna persona

Americanah (Supercoralli)

Non c’è nulla, nella prosa di Chimamanda Ngozi Abichie che suoni artificioso, costruito a tavolino, posticcio; Americanah è un libro a un tempo meraviglioso e importante tanto per l’eleganza della prosa, per la capacità dell’autrice di dar vita a un intreccio indiscutibilmente solido e in più di un momento perfino avvincente, per la costruzione dei... Continua…

Piace a nessuna persona

Harry Potter e la Maledizione dell'Erede Parte Uno e Due (Edizione Speciale Scriptbook)

Così, alla commedia fa seguito il dramma e a esso si sovrappone la tragedia; poi è la speranza a farsi avanti, subito sopraffatta dalla più cupa disperazione; ma proprio quando la peggiore delle sconfitte sembra conquistare il campo e sbaragliare tutti i rivali, ecco farsi avanti un lampo d’opportunità, l’occasione per cambiare ancora una volta le carte... Continua…

Piace a nessuna persona

Le Ragazze nello Studio di Munari

Le ragazze nello studio di Munari era già uscito nel 2010 con Black Velvet Edizioni: ora Bao Publishing lo ha ripreso e riproposto coinvolgendo da vicino l’autore, che ha ridisegnato e ristudiato la cover e diverse pagine interne. Un graphic novel diverso, che riesce a proporre qualcosa di nuovo pur partendo da qualcosa di grandiosamente classico, nel... Continua…

Piace a nessuna persona

L'eterno filisteo

Narrati in prima persona (con l’eccezione di L’eterno filisteo), a sottolineare lo spaesamento irrimediabile del singolo, costretto a forza in un sistema costruito per distruggere qualsiasi possibile dissonanza, i romanzi di Ödön von Horváth, in Italia pubblicati da Bompiani in un unico volume intitolato L’eterno filisteo e tradotti da Giorgio Backaaus e... Continua…

Piace a nessuna persona

L'assassino cieco (Ponte alle Grazie Romanzi)

Una testimonianza, o una confessione, che apre le porte a un romanzo che a sua volta contiene un racconto, una storia di fantasia che due amanti, nel corso dei loro incontri clandestini, costruiscono in ogni dettaglio fino a farne il loro rifugio, la loro dimensione esclusiva. Continua…

Piace a nessuna persona

Fatherland (Oscar bestsellers Vol. 369)

Impeccabile nello stile, nella chiarezza e nella fluidità della prosa, puntuale nella ricostruzione, perfetto nella gestione della tensione e dei colpi di scena, solido nel disegno e nella caratterizzazione dei personaggi, sempre in equilibrio tra realtà e finzione, Fatherland è molto più di un semplice romanzo d’evasione o di una storia avvincente. Se... Continua…

Piace a nessuna persona

I quaranta giorni del Mussa Dagh (Grandi Romanzi Corbaccio)

Affresco indimenticabile, capolavoro etico prima ancora che gioiello letterario, I quaranta giorni del Mussa Dagh è un libro fondamentale, un patrimonio di tutte le generazioni che tutte le generazioni dovrebbero conoscere. Continua…

Piace a nessuna persona

L'impostore

Alle prese con un libro che per molto tempo si è rifiutato di scrivere (per motivi che elenca al principio del romanzo e che per il lettore rappresentano la principale chiave interpretativa del suo lavoro), Cercas, autore che in più di un’occasione si è interrogato sul rapporto tra verità e finzione, trova nel “caso Marco” una sorta di vertigine che allo... Continua…

Piace a nessuna persona

Paradiso: 1

Niente, nelle mani di José Lezama Lima, è più come prima; egli trascina il lettore in continenti sconosciuti, come una enorme divinità serpente lo avvolge nelle sue spire fatte di richiami alla filosofia, alla storia, e alla storia della filosofia, alla religione e alla storia della religione, a secoli e secoli di letteratura e poesia. Continua…

Piace a nessuna persona

La violetta del Prater

Piccolo, perfetto gioiello letterario, La violetta del Prater è una favola e il suo opposto, una commedia e il suo contrario, una tragedia che non vuole rinunciare al lieto fine, un sogno e il suo cupo risveglio; è l’infinito della fantasia creatrice e il disegno compiuto in ogni dettaglio di ciò che è, che non è possibile fuggire ma che non per questo si... Continua…

Piace a nessuna persona

Era estate a quel tempo

Il canto di sirena della terra e del mare, il richiamo irresistibile della bellezza, l’abbacinante splendore di luoghi che sono insieme tempo e spazio, perché è attraverso loro che spazio e tempo respirano, accogliendo nel loro grembo il disordinato procedere dell’uomo. Continua…

Piace a nessuna persona

L'uomo al balcone (La memoria)

La scrittura semplice, aperta, quasi rassicurante (a dispetto dei temi trattati) della coppia di autori, che sono stati coppia anche nella vita, si fa in realtà portatrice di un messaggio che è tutto fuorché tranquillizzante. Continua…

Piace a nessuna persona

E Johnny prese il fucile

Cosa resta di un giovane tornato dalle trincee del primo conflitto mondiale senza più volto, cieco, sordo, muto e privo di tutti e quattro gli arti? Cosa si può dire di lui? Che è morto anche se il suo cuore non si è fermato? Che è vivo perché il suo cervello non smette di pensare e di inviare impulsi elettrici a quel che resta della sua carne, al tronco... Continua…

Piace a nessuna persona

Itinerario dell'anima a Dio. Testo latino a fronte

Filosofo cristiano, San Bonaventura da Bagnoregio (che per l’acutezza e la profondità del suo ragionare si guadagnò il nome di Dottor Serafico) accoglie in sé Aristotele e la sua sistematizzazione riuscendo a darle una precisa collocazione; nel far questo, naturalmente, egli ne indica con precisione i limiti, ne rifiuta alcune conclusioni. Continua…

Piace a nessuna persona

Vedi alla voce: amore

Vedi alla voce: amore narra l’Olocausto guardando a quel che è accaduto da una prospettiva che è al medesimo tempo nella storia e al di fuori di essa. La ricostruzione di ciò che è stato, pur priva di riferimenti diretti, è presentata al lettore in tutta la sua drammaticità; niente viene taciuto malgrado quasi nulla venga detto esplicitamente. Continua…

Piace a nessuna persona

I ragazzi Burgess

I ragazzi Burgess non è soltanto un romanzo meraviglioso, è una riflessione difficile da dimenticare per onestà intellettuale e profondità critica su temi che riguardano da vicino ciascuno di noi, di più, sulla nostra vita, e sul modo in cui scegliamo di viverla. Continua…

Piace a nessuna persona

Allontanarsi (La saga dei Cazalet)

Allontanarsi è un romanzo meraviglioso, straordinariamente intenso e commovente, capace di rapire il lettore dalla prima all’ultima pagina. Un’ulteriore prova dell’immenso talento di Elizabeth Jane Howard che con questa saga familiare ha regalato a tutti un gioiello letterario purissimo, un mosaico prezioso, che non ci si stanca di contemplare. Continua…

Piace a nessuna persona

La svastica sul sole (Fanucci Narrativa)

Dick riscrive la storia, eppure sembra non volersi assumere la responsabilità di ciò che ha fatto; disegna un mondo nuovo, in massima parte d’incubo, ma nonostante ciò non si cura di spiegarlo, di darne ragione. Continua…

Piace a nessuna persona

Perché Yellow non correrà

La narrazione di Tuzzi, lenta, dilatata, sospesa su un colpo di scena che non accenna ad arrivare, ha il respiro dell’inchiesta, ne segue l’organizzazione, ne condivide le speranze, le attese, le frustrazioni; ma intorno al lavoro dei poliziotti non è soltanto l’ investigazione a crescere. Continua…

Piace a nessuna persona

Un mese in campagna (Le strade)

La guerra e l’orrore da una parte; il suo ossessivo ricordo e il tentativo di sfuggirgli dall’altra. E nel mezzo, l’intervallo quasi miracoloso di un’estate, il placido splendore della campagna inglese, la maestà silenziosa di una chiesa, la scoperta delle vite degli altri, chiuse nel cerchio imperfetto e solidale di un minuscolo, sonnolento villaggio. Continua…

Piace a nessuna persona

Nebbia

Nebbia è una lettura entusiasmante, un’opera pensata per spiazzare e blandire, per sedurre e confondere; è uno splendido gioco di prestigio, un magico schioccare di dita, un incantesimo che si rinnova a ogni pagina. Continua…

Piace a nessuna persona

Accabadora (Supercoralli)

Michela Murgia narra con delicatezza d’accenti e grazia non comune una splendida vicenda d’amore e morte; affronta i dilemmi etici della propria storia con intelligente sobrietà, senza mai lasciare che le proprie convinzioni sovrastino gli eventi descritti o in qualche misura ne compromettano l’equilibrio e insieme senza mai rinunciare a esporle con la... Continua…

Piace a nessuna persona

Tra donne sole (Einaudi tascabili. Scrittori Vol. 553)

Un ritratto psicologico intriso di dolore e risentimento e nello stesso tempo un affresco sociale di impressionante durezza. E una filosofia archeologia del riscatto, l’esplorazione audace di un’anima in tumulto che si conclude con una sconfitta, con un’incondizionata resa all’assenza di senso. Continua…

Piace a nessuna persona

Il libro di un uomo solo

Romanzo indimenticabile, durissimo e struggente, nonché documento di enorme importanza, Il libro di un uomo solo è un’ulteriore conferma del purissimo talento narrativo di Xingjian, uno degli autori più significativi nel panorama letterario contemporaneo. Continua…

Piace a nessuna persona

Rayuela

Romanzo, iperromanzo, ultraromanzo, metaromanzo, narrazione che, in cerca di una lingua che non sia eredità di secoli, patrimonio di una cultura, di una civiltà, promessa (o più probabilmente minaccia) di un futuro già accaduto, erode il linguaggio fin quasi ad arrivare a negare se stessa, Rayuela, nella sua dichiarata rinuncia a qualsiasi possibile punto... Continua…

Piace a nessuna persona

Le nostre anime di notte

Romanzo di straordinaria intensità emotiva, Le nostre anime di notte non è semplicemente un piccolo, perfetto gioiello letterario, è un’attenta, minuziosa poetica del cuore umano, un omaggio alla sua grandezza e un pietoso, indulgente sguardo alle sue debolezze. Continua…

Piace a nessuna persona

La morte di Stalin: 48

Un triste umorismo involontario ben realizzato da Nury e a cui si adegua con maestria il pennello di Robin: non nasconde nulla delle sequenze più truci e drammatiche, anzi, ci mette perfino un po’ di splatter, ma riesce sempre ad aggiungere all’amalgama anche quel tocco di grottesco che strappa perfino un mezzo sorriso al lettore. Continua…

Piace a nessuna persona

I figli delle tenebre (Narrativa)

Così, lo splendido, travolgente lavoro della scrittrice francese, che la ricchezza spesso eccessiva dello stile, la sovrabbondanza descrittiva tenacemente perseguita e la maniacale cura del dettaglio rischiano in più di un’occasione di soffocare, trascende se stesso e il suo essere, nello stesso momento, romanzo storico, avventuroso intreccio spionistico,... Continua…

Piace a nessuna persona

La saggezza di Padre Brown

Pur essendo senza alcun dubbio dei gialli, i racconti de La saggezza di Padre Brown sfuggono a una definizione precisa; divertono, proprio come potrebbe farlo qualsiasi novella brillante, appassionano, quasi fossero romanzi d’avventura, coinvolgono, perché in ognuno di essi è profonda l’indagine psicologica, e naturalmente non mancano d’inquietare. Continua…

Piace a nessuna persona

Il tempo del padre. Una vita cinese: 1

Abbiamo letto così il punto di vista di un testimone oculare dell’intera (o quasi) epoca di Mao e dei decenni successivi. Di più: di una mente giovane, “nuova”, perfetto foglio bianco nelle mani dell’ideologia. Continua…

Piace a nessuna persona

Cronache di poveri amanti

Leggete, o rileggete, questo capolavoro. Lo scoprirete intatto, e meritevole del titolo di classico. Continua…

Piace a nessuna persona

L'amante

È una sorta di archeologia letteraria la prosa della Duras; la sua scrittura ha in sé qualcosa che somiglia alla fatica, allo sforzo, come se il materiale necessario a raccontare si sottraesse, fuggisse, e dovesse dunque di continuo venire ripreso, raccolto, ordinato e sistemato sulla pagina. Continua…

Piace a nessuna persona

Il compagno segreto. Testo inglese a fronte

Un racconto di formazione che ha l’angosciosa cupezza dell’incubo e il ritmo trascinante dell’avventura. Un’esplorazione, nel medesimo tempo, simbolica e reale, del sé attraverso il confronto con l’altro. Un viaggio metaforico, terribile e denso d’incognite, preludio di una traversata che consacrerà definitivamente uomo e capitano colui che la... Continua…

Piace a nessuna persona

La figlia (Il contesto)

Lei racconta, con accenti difficili da dimenticare e una prosa di straordinaria intensità, il naufragio di una figlia incapace, per prima cosa, di perdonare se stessa. Continua…

Piace a nessuna persona

Bruciante segreto (Piccola biblioteca Adelphi)

Superbo romanzo d’atmosfera (tanto breve quanto travolgente), Bruciante segreto, tradotto per Adelphi da Emilio Pico, è un autentico gioiello letterario, un’opera difficile da dimenticare. Continua…

Piace a nessuna persona

La strada per Los Angeles (Einaudi. Stile libero)

A metà strada tra un Candido catapultato nella modernità e uno spavaldo monello dickensiano, Arturo Bandini, proprio come il lettore che pagina dopo pagina impara a conoscerlo, cerca se stesso nella lotta alla strisciante miseria che lo attanaglia, nel bisogno urgente, quasi spasmodico (e nel contemporaneo rifiuto) di un’occupazione che gli permetta di... Continua…

Piace a nessuna persona

La luna è tramontata

Steinbeck racconta di una grigia fratellanza nella pena e nella sofferenza, di un inesprimibile anelito alla solidarietà che abbraccia aggressori e aggrediti, che nuovamente affratella, in una spasmodica ricerca di pace, Abele e Caino, che mette ognuno dinanzi alla feroce assurdità della contrapposizione e della battaglia, costringendolo a un liberatorio... Continua…

Piace a nessuna persona

L'orologiaio di Everton (Gli Adelphi)

L’orologiaio di Everton, brevissimo e folgorante romanzo di Georges Simenon che, attraverso un magistrale utilizzo degli elementi minimi del romanzo, riflette sulla solitudine cui ognuno di noi è condannato, vista a un tempo come condizione “metafisica”, connaturata al nostro essere vivi nello stesso modo in cui lo è il respiro, e come manifesta “realtà... Continua…

Piace a nessuna persona

Confesso che ho vissuto

Poeta tra la gente e per la gente, Pablo Neruda offre di sé un ritratto diseguale, forse disarmonico, ma di assoluta onestà. Nella ragione come nel torto, egli difende le sue posizioni; comunista militante, soffre per le atrocità e le storture con le quali i suoi occhi, il suo cuore e la sua anima sono costretti a fare i conti ma non per questo si... Continua…

Piace a nessuna persona

Mattatoio n. 5

Indimenticabile romanzo-capolavoro, Mattatoio n. 5 è un’opera fondamentale, una lettura necessaria, carica di bellezza, pietà e dolore; è, insieme, testimonianza eterna e necessario insegnamento, entrambi narrati in una lingua che è tutte le lingue degli uomini. Continua…

Piace a nessuna persona

Contro-passato prossimo

Romanzo ricchissimo (di suggestioni, di riflessioni, di autentica, cristallina bellezza) Contro passato-prossimo è un lavoro che non si dimentica. Un’ipotesi retrospettiva; così ha scelto di sottotitolarlo il suo autore, un’ipotesi che merita il piacere della lettura, della conoscenza e finanche dello studio, perché raramente la storia della letteratura... Continua…

Piace a nessuna persona

Un destino ridicolo

Così, Un destino ridicolo finisce per rivelarsi molto più di una gradevolissima lettura; pagina dopo pagina germoglia, cresce, porta con sé il lettore in un viaggio quasi di sogno sospeso tra paradiso e inferno; e ancora una volta, seminascosta tra prostitute, lenoni, mascalzoni da quattro soldi, sequestratori improvvisati e psichiatri prestati al... Continua…

Piace a nessuna persona

La chiave di vetro

Nell’universo letterario di Dashiell Hammett, a trionfare sembra essere il silenzio, a imporsi è una predisposizione che a prima vista potrebbe venir scambiata per cautela (se non addirittura per una specie di timidezza prossima alla paura), ma che in realtà riflette una ben precisa visione dell’uomo e della società. Continua…

Piace a nessuna persona

Scia di morte: L'ultimo viaggio del Lusitania

Magnifico, raffinatissimo “romanzo non-romanzo”, Scia di morte è una lettura travolgente, un tesoro di notizie, aneddoti e curiosità di irresistibile fascino, “una gran bella storia”, per dirla con le parole dello stesso Larson, o meglio ancora un armonico insieme di gran belle storie, storie che vorremmo non avessero fine. Continua…

Piace a nessuna persona

La macchia umana (Einaudi tascabili Vol. 1112)

Romanzo magnifico, sorretto da una prosa perfetta, La macchia umana è un’opera indimenticabile; una tragedia moderna che dei classici ha la radicalità, la lucidità d’analisi e la severa, terribile ineludibilità. Continua…

Piace a nessuna persona

Manoscritto trovato a Saragozza (Gli Adelphi)

Nel descrivere il mondo della conoscenza sensibile e il suo enigmatico contraltare, nel suggerirne una sorta di natura comune, quasi fossero l’uno e l’altro parti di un tutto più grande, Potocki non assume mai il punto di vista dello studioso, del sapiente, dell’uomo di scienza; piuttosto, narra con la grazia di un cantastorie, attento solo a emozionare,... Continua…

Piace a nessuna persona

Confusione (La saga dei Cazalet)

Per quanto inevitabilmente interlocutorio, Confusione è un romanzo che si legge d’un fiato, un racconto travolgente e magnifico; Elizabeth Jane Howard dona verità e autenticità a ogni personaggio, riflette sulla complessità della vita con semplicità, profondità e rara intelligenza, restituendola al lettore senza indulgenza ma anche, ed è questo quel che... Continua…

Piace a nessuna persona

Great Jones Street (Super ET)

Un luogo e un non-luogo, una realtà e il suo contrario, ma anche una iperrealtà, uno spazio non identificabile eppure concreto dove si incontrano, compenetrandosi, le prospettive impossibili di incubi generati da un’immaginazione vertiginosa e insaziabile e i quotidiani orrori figli della peste oscura e onnipresente della modernità Continua…

Piace a nessuna persona

Mea culpa

Distorce, Céline, la realtà che descrive? Non più di quanto ognuno di noi avveleni, inquini l’oggettività di tutto quel che accade (ammesso che questa oggettività sia in qualche modo individuabile) semplicemente vivendolo, lasciando la propria impronta sul suolo neutro delle cose e del mondo. Continua…

Piace a nessuna persona

Atti relativi alla morte di Raymond Roussel

Gli atti relativi, pertanto, sono esattamente quel che la parola indica, la relativizzazione di quell’assoluto che è il vivere; ma la relativizzazione, rappresentata dall’atto dello scrivere, deve per forza di cose rivelarsi strutturalmente insufficiente, essere condannata al fallimento? Continua…

Piace a nessuna persona

Il Mercante di Venezia (Universale economica. I classici)

Costruita intorno alla figura dell’ebreo Shylock, che, al principio del terzo atto, appare in tutta la sua forza (e insieme nella sua essenziale debolezza, nella sua spaventosa fragilità) nel suo fiammeggiante monologo, Il mercante di Venezia è un cupo dramma travestito da bizzarra storia d’amore. Continua…

Piace a nessuna persona

I miserabili (eNewton Classici)

Non c’è dunque contraddizione alcuna tra l’estrema semplicità dell’intreccio (riassumibile negli sforzi del protagonista Jean Valjean, forzato senza colpa, per redimersi) e la complessità del contesto storico, politico e sociale nel quale Victor Hugo fa respirare il romanzo; al contrario, l’una si completa naturalmente nell’altra. Continua…

Piace a nessuna persona

L'uomo di Kiev

Splendida, indimenticabile parabola umana, politica e sociale (non mancano, nel romanzo, accenni allo stato in cui versava il Paese negli anni immediatamente precedenti la Rivoluzione d’Ottobre), L’uomo di Kiev non è soltanto un magnifico romanzo che si legge d’un fiato, un’opera finissima impreziosita da una scrittura che ha in una schiettezza, in una... Continua…

Piace a nessuna persona

La lista di Schindler

Rigoroso documento storico che del romanzo ha solo l’estrinseca architettura narrativa ma non per questo si legge con fatica, La lista di Schindler è un lavoro che non solo coinvolge e affascina, ma permette al lettore di guardare da una prospettiva inedita una pagina di storia divenuta scomoda eredità universale. Continua…

Piace a nessuna persona

Città della pianura (Einaudi tascabili. Scrittori)

Sublime e tragico dramma d’amore di morte, Città della pianura è un romanzo di travolgente bellezza, una riflessione potente e commossa sull’enigmatico rapporto che lega l’uomo al mondo e ai suoi simili, sul quel ponte d’arcobaleno fascinoso e quasi privo di consistenza come lo sono il mito e la leggenda, gettato tra l’esistere del singolo e l’incessante... Continua…

Piace a nessuna persona

L'uomo che sorrideva: La quarta inchiesta del commissario Wallander: 4

L’uomo che sorrideva di Henning Mankell, quarta avventura della serie che ha per protagonista il commissario della polizia di Ystad Kurt Wallander, ha nel “fattore umano”, nel finissimo disegno psicologico dei caratteri, tanto la propria chiave di lettura quanto il proprio fondamento. Continua…

Piace a nessuna persona

Gli Snicci e altre storie

Rivolta a lettori di tutte le età, la saggezza lieve e stralunata di Dr. Seuss è un piccolo miracolo, un balsamo per il cuore e la mente, l’ennesimo esempio di quanto la letteratura, in tutte le sue forme, rifletta la nostra vita. Continua…

Piace a nessuna persona

Zona (Contemporanea)

Zona è un romanzo di rara intensità e potenza. La scrittura di Enard, di ipnotica bellezza e sempre straordinariamente evocativa, ha la fluidità e il respiro dell’oceano; sussurra instancabile il suo sofferto canto di sirena mentre disegna il nostro tragico destino di angeli caduti. Continua…

Piace a nessuna persona

L'agonia dell'agape

Un saggio trasformato in un romanzo; il lavoro di un’intera vita, in attesa di essere sistematizzato e concluso, divenuto, nella piena coincidenza tra personaggio e autore, prosa, e stile, e musicalità della lingua, e armonia del periodo. Continua…

Piace a nessuna persona

Il cinese: L'indagine del giudice Birgitta Roslin (Tascabili Maxi)

Tumultuoso nel suo procedere, ricco di colpi di scena come d’umanità e di pietà, lucido nella rappresentazione dell’oggi tanto quanto è puntuale nella descrizione del passato, Il cinese è molto più di un solido romanzo giallo. Leggetelo, non lo dimenticherete. Continua…

Piace a nessuna persona

L'impero Azteco. I presagi di Montezuma

Attorno a questo doppio binario, l’autore riesce anche a dipingere molte figure secondarie, che aiutano ad entrare nell’atmosfera dell’epoca: dal giovane indio Tochtli, fidanzato di Maiana, al laido Culhu, giullare di corte di Montezuma e sua anima nera; dal maldestro frate Tancredi al pavido padre priore. Continua…

Piace a nessuna persona

La ballerina del Gai-Moulin: Le inchieste di Maigret (3 di 75)

Così, quel che resta dell’inchiesta di Maigret a caso risolto, al di là della scoperta dell’omicida, è un aspro deserto di solitudini e illusioni; un naufragio di speranze che non ha nulla a che vedere con la giustizia degli uomini e la sua puntuale applicazione. È amara, dunque, la verità che emerge al termine de La ballerina del Gai-Moulin, una verità... Continua…

Piace a nessuna persona

Una storia di amore e di tenebra

Una storia di amore e di tenebra è un romanzo di delicata bellezza e sofferenza struggente, un romanzo ricco d’umanità, di sentimento, di dolcezza. Un prezioso scrigno di memorie. Leggetelo, vi porterà con sé in un viaggio che diverrà parte di voi. Continua…

Piace a nessuna persona

Chi ha paura di Virginia Woolf?

Braccata, conquistata e infine esposta, gettata nuda tra le fameliche (e per nulla innocenti) braccia del mondo, la verità non è, per Albee, un bene in sé, qualcosa cui tendere in virtù di un qualsivoglia imperativo morale; si tratta piuttosto di un bisogno, di una necessità da soddisfare, di una “valvola di sicurezza” familiare e sociale da azionare in... Continua…

Piace a nessuna persona

I ragazzi venuti dal Brasile

In perfetto equilibrio tra “verità” e invenzione, I ragazzi venuti dal Brasile è un piccolo gioiello, un romanzo che si legge d’un fiato, e che, nella coinvolgente leggerezza dell’avventura e nell’ombra cupa di un tragico destino sempre potenzialmente incombente, affascina, atterrisce, conquista. Continua…

Piace a nessuna persona

Vergogna (Super ET)

Forse, semplicemente, non è possibile che si dia un tempo per l’uomo perché il suo essere nel tempo, il suo vivere, il suo respirare, e nutrirsi, e resistere, non sono che una costante, furente ricerca di un adattamento impossibile. Continua…

Piace a nessuna persona

I diabolici (Fabula)

Così, il lettore, allo stesso tempo carnefice e vittima, assassino e detective, machiavellica mente omicida e bersaglio della sua stessa macchinazione, naufraga con il protagonista nell’incubo di una quotidiana ordinarietà minacciosa e grottesca Continua…

Piace a nessuna persona

Pinocchio

Le storie invece possiamo pensarle come ipotetiche avventure vissute dal burattino nello spazio mai narrato tra le ultime due pagine del romanzo: Pinocchio infatti non è ancora un bambino vero, ma vive già sereno in casa del suo babbo, va a scuola e si caccia regolarmente nei guai. Sempre guidato dal suo buon cuore, da una grande curiosità e da un... Continua…

Piace a nessuna persona

Igiene dell'assassino

Tambureggiante nel ritmo, stilisticamente vivacissimo, ispirato e intelligente nella sua ironia metaletteraria, Igiene dell’assassino è senza dubbio un lavoro riuscito, un romanzo che seduce, conquista e sa farsi ricordare. Continua…

Piace a nessuna persona

La cresta dell'onda

Quel che si vede prima del trucco, dunque, non è che una teoria di devastazione, un labirinto d’orrori dal quale è quasi impossibile uscire, un luna park scintillante d’angoscia al cui ipnotico canto di sirena fatto di luci, suoni e colori non si riesce a resistere, ma che potrà durare soltanto finché qualcuno non si deciderà a staccare la corrente. Continua…

Piace a nessuna persona

La colonna Feletti. I racconti di guerra e di prigionia

Il tono sommesso, crepuscolare, che sembra quasi raccontare in tono di scusa la guerra d’Etiopia, lo smarrimento italiano di fronte alla solennità della terra d’Africa, l’ingenua arroganza del conquistatore contrapposta alla dignità dell’invaso, dello sconfitto, l’umanità travolta dal conflitto e che al conflitto cerca di opporsi come può Continua…

Piace a nessuna persona

Moll Flanders

Così Moll Flanders si fa ricordare non tanto per il suo costante (e inevitabilmente generico) esortare quanto per il complesso ritratto psicologico della sua eroina e per gli sfaccettati caratteri di coloro che le stanno intorno. Continua…

Piace a nessuna persona

Il paese di Solla Sulla

Dolcissimo, irresistibilmente spassoso, intelligente, Il paese di Solla Sulla è una piccola, perfetta gemma; una lettura che pur esaurendosi in un battito di ciglia riesce indimenticabile per ciò che è in grado di donare e per il garbo con cui lo offre. Continua…

Piace a nessuna persona

Ubik (Fanucci Narrativa)

L’efficace semplicità dello stile narrativo è con ogni probabilità il maggior pregio di Ubik; il suo formale nitore, infatti, spalanca le porte alla curiosità del lettore, nutre il suo desiderio di far luce su un enigma che si infittisce pagina dopo pagina e così finisce per condurlo in un’indimenticabile e inquietante esplorazione delle nostre più... Continua…

Piace a nessuna persona

John Carter e la principessa di Marte

Coinvolgente, non privo d’arguzia e ironia, fiammeggiante per inventiva e tambureggiante nel ritmo, magniloquente nelle scene di battaglia e carico di doloroso romanticismo nel disegno della storia d’amore tra John Carter e Dejah Thoris, John Carter e la principessa di Marte è piccolo gioiello letterario; un romanzo senz’altro datato, superato, che agli... Continua…

Piace a nessuna persona

Di cosa parliamo quando parliamo d'amore

Asciutta, essenziale, scarna, la scrittura di Raymond Carver è simile alla lama di luce che penetra da uno spiraglio lasciato aperto, è il vorticare di un raggio di sole che caparbio si è fatto strada tra i pesanti tendaggi sistemati davanti a una finestra; viola la penombra di una stanza quanto basta perché si possa adeguatamente immaginare tutto ciò che... Continua…

Piace a nessuna persona

L'amministratore (La memoria)

Avventure come quella che occorre al canonico minore e amministratore del ricovero di Barchester Septimus Harding, uomo di buon cuore e specchiati principi morali che si ritrova nel bel mezzo della tempesta il giorno in cui uno dei suoi più cari amici, il medico John Bold (che ama, riamato, la più giovane delle figlie di Harding), riformatore idealista... Continua…

Piace a nessuna persona

Middlesex (Versione italiana) (Scrittori italiani e stranieri)

In America, l’ombra della felicità si confonde con quella della colpa e del rimorso. Desdemona e il fratello-consorte, stabilitisi presso una loro cugina e suo marito, hanno un figlio, Milton. Ogni timore sulla sua salute risulta infondato, e Desdemona arriva a credere che nessuno, né Dio né il destino, la punirà per ciò che ha fatto. Continua…

Piace a nessuna persona

Prima che il gallo canti: Il carcere. La casa in collina (Einaudi tascabili. Scrittori Vol. 1086)

Nelle pagine, dunque, dove ogni cosa prende forma, nell’incedere nervoso della prosa, nel brulicare fitto delle parole che domandano e spiegano, che attaccano e difendono, che sono nello stesso tempo la realtà e l’unico possibile codice in grado di decifrarne il senso nascosto, il mistero, in qualche misura il cerchio si compie, il viaggio termina, il... Continua…

Piace a nessuna persona

HHhH: Il cervello di Himmler si chiama Heydrich (Super ET)

Indubbiamente, quel che si respira nel trascinante, tumultuoso libro di Binet è la storia; la storia del delirio d’onnipotenza nazista, degli uomini che lo hanno incarnato e la storia parallela di coloro che a questa febbre si sono opposti. Continua…

Piace a nessuna persona

Il sacro amplesso

Sulle tracce del miracolo della nascita d’Isacco, tra i tentennamenti d’Abramo e i tormenti di Sara, Brelich esplora la lettera e il senso del testo biblico, ricostruisce nei dettagli il tempo del mito e della fede, offre alla storia che racconta la corretta ambientazione (regalando al lettore pagine dense di fascino e suggestione) e parallelamente misura... Continua…

Piace a nessuna persona

Il tempo dell'attesa: La saga dei Cazalet 2

Nell’inquieto alternarsi di speranza e disillusione, il tempo dell’attesa, come legno avvolto dalle fiamme, svanisce nell’impotenza dei discorsi, nell’inconcludenza delle risoluzioni, nell’insoddisfazione dei desideri; nella scrittura delicata, intelligente, preziosa e autentica di Elizabeth Jane Howard, Il tempo dell’attesa si traduce in un romanzo... Continua…

Piace a nessuna persona

Il piccolo re

Avete presente Little Nemo? Il proto-eroe del Fumetto, il bambino che ogni sera, agli inizi del Novecento, sulle meravigliose tavole liberty di Winsor McCay, si addormentava nel suo lettino per vivere meravigliose avventure nel mondo dei suoi sogni? Ecco, proprio lui. Anche Giuseppe Bignoli è piccolo, davvero piccolo, decisamente Little. Continua…

Piace a nessuna persona

La donna in bianco

Lungo il profilo preciso e (almeno in apparenza) semplice di un racconto a più voci, che si compone delle testimonianze di tutti gli attori coinvolti e opportunamente ne sottolinea, in vista dello scioglimento finale, le convergenze, Collins si dimostra scrittore di superbo talento. Continua…

Piace a nessuna persona

La strada (Supercoralli)

Che cosa resta all’uomo quando a morire è il mondo? Che cosa resta di un uomo, di tutti gli uomini, quando ogni altro esistere si è spento? Che cosa significa aprire gli occhi, respirare, lottare... Continua…

Piace a nessuna persona

Ultime attività di Il Consigliere Letterario


Il Consigliere Letterario
ha recensito
Pensieri sulla cometa
20/05/2018 09:02

Il Consigliere Letterario
ha recensito
Furore (Tascabili)
20/05/2018 09:01

Il Consigliere Letterario
ha recensito
Il falò delle vanità
20/05/2018 09:00

Il Consigliere Letterario
ha recensito
Vicolo del mortaio
13/05/2018 09:53

Il Consigliere Letterario
ha recensito
Ripley Bogle
13/05/2018 09:47

Il Consigliere Letterario
ha recensito
Morte a credito
13/05/2018 09:46

Il Consigliere Letterario
ha recensito
Favole (Grandi Classici)
13/05/2018 09:45

Il Consigliere Letterario
ha recensito
Normance (Folio)
03/05/2018 08:45

Il Consigliere Letterario
ha recensito
Il giorno della civetta (Gli Adelphi)
03/05/2018 08:44

Il Consigliere Letterario
ha recensito
L'assassinio di Roger Ackroyd (Oscar scrittori moderni Vol. 1503)
25/04/2018 17:12

Il Consigliere Letterario
ha recensito
Golden Hill
30/03/2018 19:32

Il Consigliere Letterario
ha recensito
JR
30/03/2018 19:30