CARAGARTHOS: La Pietra di Thol Dhruwid

L'antica casta dei druidi è minacciata da un nuovo ordine religioso. Alla persecuzione sfuggono solo i druidi Caraghartos che hanno scelto di seguire l'antica via e sottrarsi alle lusinghe della mondanità. Presto, però, le attenzioni dei loro delatori si accentrano proprio su questi ultimi.

La storia ruota attorno alle vicende di un cacciatore, Arafhos, che è reduce da un doloroso passato che lo ha privato della sua sposa, Grainne, uccisa da un servo dell'usurpatore del re del Dhunbaras.

Il suo destino gli fa incontrare Aedwin, un neonato approdato misteriosamente sulle rive del Grande Fiume... è l'inizio di una grande avventura.



Note Biografiche:

Sarò brevissimo. Nasco a Napoli nel 1972. Svolgo la professione di medico veterinario, girando in bicicletta tra Napoli e provincia, ma coltivo la passione per la scrittura fin dai tempi del liceo. Oltre a scrivere illustro anche i miei romanzi e racconti, talvolta prestando la matita anche a quelli di altri autori. La mia carriera ha inizio con il nuovo millennio poiché viene pubblicato nel 2006 da Belvedere Editore il racconto Lo specchio di Gerberius, all'interno della raccolta La penna oltre il camice e nel 2008 il mio primo romanzo, Anuir, un fantasy mediterraneo. Nel 2013 mi cimento anche col genere storico e, per Edizioni il Ciliegio, issa le vele anche Corsa a Levante, un romanzo ispirato al genere "salgariano" e ambientato in un Mediterraneo del XV secolo.



Cercate il Gruppo "Caragarthos" su Facebook e lascia la tua recensione anche lì. Sarete i benvenuti.

Link per visualizzare il Booktrailer: https://www.youtube.com/watch?v=jgCbsnv-yD0

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Vincenzo Cortese

Corsa a Levante

Corsa a Levante di

Il titolo di questo intenso romanzo storico, ambientato nel XV secolo, racchiude un gioco di parole: da un lato si indica la corsa intesa come attività corsara verso i navigli levantini esercitata dall’ordine dei cavalieri di S. Giovanni; dall’altro, si riferisce alla corsa disperata del protagonista, il masnadiere Filippo Corsi, volta all’inseguimento dei pirati moreschi rapitori di Elena, sua...