Corsa a Levante

Il titolo di questo intenso romanzo storico, ambientato nel XV secolo, racchiude un gioco di parole: da un lato si indica la corsa intesa come attività corsara verso i navigli levantini esercitata dall’ordine dei cavalieri di S. Giovanni; dall’altro, si riferisce alla corsa disperata del protagonista, il masnadiere Filippo Corsi, volta all’inseguimento dei pirati moreschi rapitori di Elena, sua moglie.
Corsa a Levante è un mosaico variegato in cui s’incontrano avventura, romanticismo, amicizia e storia.
Uno dei perni è la difficile convivenza tra popoli di diversa cultura e religione, un tema che, nonostante i secoli che ci separano dalle vicende narrate, appare ancor più attuale alla luce della contemporanea contrapposizione ideologica (e non solo) tra oriente ed occidente. Così come allora, quando gli interessi politici, religiosi e economici andavano a braccetto a discapito di popoli liberi e desiderosi di una pace sacrosanta ed universale.
« Non fui io a portarvi la libertà, ma la trovai qui, in mezzo a voi! »
Frase attribuita all’eroe albanese Giorgio Castriota Scanderbeg

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Vincenzo Cortese

CARAGARTHOS: La Pietra di Thol Dhruwid

CARAGARTHOS: La Pietra di Thol Dhruwid di

L'antica casta dei druidi è minacciata da un nuovo ordine religioso. Alla persecuzione sfuggono solo i druidi Caraghartos che hanno scelto di seguire l'antica via e sottrarsi alle lusinghe della mondanità. Presto, però, le attenzioni dei loro delatori si accentrano proprio su questi ultimi. La storia ruota attorno alle vicende di un cacciatore, Arafhos, che è reduce da un doloroso...