Justine, ovvero le disavventure della virtù

Juliette, 15 anni, e Justine, 12, perdono entrambi i genitori e si ritrovano sole e prive di mezzi di sussistenza. Se la prima, pur di ottenere una vita migliore, non esita a prostituirsi e a commettere crimini, divenendo la benestante contessa di Lorsange, Justine, ingenua e innocente, tenta la strada dell’onestà, cadendo suo malgrado nelle viziose trappole di libertini e sofisti. E per quanto mai ella rinneghi la virtù, rifiutandosi di accogliere la morale universale, le sue disgrazie si susseguono in un crescendo senza fine.


“La virtù non conduce ad altro che all'inazione più stupida e più monotona, il vizio a tutto ciò che l'uomo può sperare di più delizioso sulla terra.“

Una trama fosca, filosofica e nel contempo erotica, in cui sono il male e il vizio a trionfare in ogni circostanza.


D.A.F. De Sade (1740-1814), fu autore di saggi, drammi e romanzi, tra cui Le 120 giornate di Sodoma (1785, pubblicato postumo); La filosofia nel Boudoir (1795); I crimini dell’amore, novelle eroiche e tragiche (1800).

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di D. A. F. De Sade

La filosofia nel boudoir

La filosofia nel boudoir di

“Ai libertini. Voluttuosi di ogni età e sesso, dedico quest’opera a voi soli: nutritevi dei suoi principi, favoriranno le vostre passioni! E le passioni, verso le quali certi freddi e piatti moralisti v’incutono terrore, sono in realtà gli unici mezzi che la natura mette a disposizione dell’uomo per raggiungere quanto essa si attende da lui. Obbedite soltanto a queste deliziose passioni! Vi con...

La filosofia nel boudoir (Garzanti Grandi Libri)

La filosofia nel boudoir (Garzanti Grandi Libri) di

Più volte arrestato, processato e imprigionato, Sade persegue con tenacia la propria ricerca esistenziale. La sua filosofia dell’insurrezione permanente contro i limiti della condizione umana – per dissolvere le tenebre dell’ignoranza e dell’inconsapevolezza, per praticare il potere demiurgico della materia, della Natura, del singolo consapevole della sua unicità di materia pensante e desideran...

La filosofia nel boudoir. La bibbia dell'erotismo (eNewton Classici)

La filosofia nel boudoir. La bibbia dell'erotismo (eNewton Classici) di

A cura di Claudio RendinaIntroduzione di Mario PrazLa filosofia nel boudoir esce nel 1795, e rappresenta un vero e proprio manifesto del libertinaggio e dell’erotismo. Della natura del libro dice già tutto l’autore con la dedica «Ai libertini» che qui vogliamo riprodurre nella sua interezza: «Voluttuosi di ogni età e sesso, dedico quest’opera a voi soli: nutritevi dei suoi principii, favorirann...